Giornate FAI d’Autunno: sabato e domenica alla scoperta di Lamoli fra natura, cultura e spiritualità

di 

9 ottobre 2019

BORGO PACE – Le Giornate FAI d’Autunno, giunte alla loro ottava edizione, si confermano evento nazionale del FAI – Fondo Ambiente Italiano atteso quanto le Giornate di Primavera.  La Delegazione FAI Pesaro Urbino propone un ricco programma che nella nostra provincia prevede itinerari tematici a Pesaro, Urbino (rileggi qui precedente articolo Pu24), Lamoli di Borgo Pace e Cartoceto.  Sabato 12 e domenica 13 ottobre 2019, un weekend unico e irrepetibile, per sostenere la campagna di raccolta fondi “Ricordati di salvare l’Italia”, attiva nel mese di ottobre.

 Due giorni per sfidare la capacità degli italiani di stupirsi e cogliere lo splendore del nostro patrimonio, invitandoli alla scoperta di luoghi selezionati perché speciali, curiosi, originali o bellissimi. Itinerari a tema, da percorrere per intero o in parte, alla scoperta dei luoghi inediti e straordinari che caratterizzano il nostro panorama. In ogni contesto un filo conduttore che lega tra loro palazzi, chiese, monasteri, musei, teatri e  paesaggi per svelarci l’anima – a volte nascosta, a volte più nota – della ricca realtà che ci circonda.

 

L'Abbazia di San Michele Arcangelo a Lamoli

L’Abbazia di San Michele Arcangelo a Lamoli

“Lamoli: natura, cultura e spiritualità” è un percorso che ci porterà in un viaggio a ritroso nei secoli, alla scoperta dei misteri della millenaria Abbazia di San Michele Arcangelo, Luogo del Cuore per eccellenza, e di antichi sentieri battuti dai Monaci, attraverso il racconto ed un’affascinante escursione alla scoperta dei confini della Massa Trabaria, con visita alla chiesina degli Alpini, alla Neviera e alle fonti del Meta e ai resti dell’antico romitorio, per proseguire fino a Bocca Trabaria e visitare la chiesina di Sant’Antonio. A Lamoli si visiterà inoltre il Museo dei Colori Naturali e si terrà un laboratorio di Miniatura Medievale. Eventi realizzati in collaborazione con il Gruppo Archeologico Massa Trabaria e la Cooperativa I Colori dell’Appennino – Museo dei Colori Naturali, i ragazzi di Lamoli e le Pro-Loco Trabaria di Lamoli e Meta-Auro di Borgo Pace, oltre al Comitato per La Valorizzazione dell’Abbazia Benedettina di Lamoli.

Programma:

LAMOLI – SABATO 12 E DOMENICA 13 OTTOBRE

Lamoli: natura, cultura e spiritualità

Un viaggio a ritroso nei secoli, alla scoperta dei misteri di un’Abbazia millenaria e di antichi sentieri battuti dai Monaci, attraverso il racconto ed un’affascinante escursione alla scoperta dei confini della Massa Trabaria, con visita alla chiesina degli Alpini, alla Neviera, alle fonti del Meta, per proseguire fino a Bocca Trabaria e visitare la chiesina di Sant’Antonio.

Visite guidate a contributo libero

  • Abbazia di San Michele Arcangelo, a cura del Comitato di Valorizzazione

orario continuato: sabato 9,00/18,00 – domenica 9,00/19,00

(interruzione delle visite durante la S. Messa delle 11,30)

  • Abbazia di San Michele Arcangelo e Museo dei Colori Naturali, a cura di Max Guerra

sabato ore 11,00 e 17,00 e domenica ore 10,00 e 14,00

Escursione “Alla scoperta dei confini della Massa Trabaria”

Partenza dall’Abbazia di Lamoli (sabato ore 14,00 e domenica ore 9,00) 

Si partirà con mezzi propri per il parcheggio in località Fonte Abeti, dove avrà inizio la passeggiata.

Durata due ore circa. Difficoltà media. Si consiglia abbigliamento da trekking.

Corso base di Miniatura Medievale

Storia e pratica della miniatura – lettere incipit, domenica ore 17,00 – su prenotazione

alla seguente mail comitato.abbazia.lamoli@gmail.com

a cura di Daniela Bartolucci

Visite ed escursioni a cura di:

Gruppo Archeologico Massa Trabaria e Cooperativa I Colori dell’Appennino – Museo dei Colori Naturali,

con la collaborazione dei ragazzi di Lamoli e delle Pro-Loco Trabaria di Lamoli e Meta-Auro di Borgo Pace; Volontari FAI di Lamoli; Comitato per La Valorizzazione dell’Abbazia Benedettina di Lamoli

L’EDIZIONE 2019 È DEDICATA ALL’INFINITO DI GIACOMO LEOPARDI

Infatti il 26 ottobre il FAI festeggiava a Recanati (MC) l’inaugurazione di un nuovo Bene, l’Orto sul Colle dell’Infinito, luogo in cui il ventunenne Giacomo Leopardi ambientava la sua poesia più celebre.

Ogni visita prevede un contributo facoltativo, preferibilmente da 2 a 5 euro, a sostegno dell’attività della Fondazione. Durante le Giornate FAI d’Autunno in via eccezionale anche i Beni FAI saranno accessibili a contributo facoltativo. Per gli iscritti FAI e per chi si iscriverà per la prima volta – a questi ultimi sarà dedicata la quota agevolata di 29 euro anziché 39 – saranno riservate aperture straordinarie, accessi prioritari, attività ed eventi speciali in molte città. La quota agevolata varrà anche per chi si iscriverà per la prima volta tramite il sito www.fondoambiente.it dal 1° al 20 ottobre.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>