Esaltante Rallylegend 2019: sugli scudi Neuville, Block e Calzolari

di 

16 ottobre 2019

REPUBBLICA DI SAN MARINO – E’ stato ancora una volta la 17^ ,in barba alle scaramanzie, un’edizione esaltante  e spettacolare quella del Rallylegend che da giovedì 10 a domenica 13 ottobre ha radunato sotto il Titano, i più grandi campioni di ieri e di oggi, macchine che hanno fatto la storia dei rally e quelle che la stanno “scrivendo” adesso, con una cornice di pubblico da gran premio , gli organizzatori hanno parlato di circa 80 mila presenze nei quattro giorni dell’evento, provenienti da tutta Europa e anche da oltre oceano. La formula inventata dai due “capitani” di Rallylegend, Paolo Valli e Vito Piarulli, è sempre attuale, ed ogni anno tanto per dare ancora più interesse alla loro creatura, propongono qualcosa di nuovo e sempre spettacolare, per questa edizione si è aggiunto “The Legend Show”. Un format davvero unico, che  sapientemente unisce la festa, intesa come vivere da vicino a contattato con i piloti e le macchine, assistere a dibattiti, convegni e presentazioni di libri , oltre all’offerta di shopping , il tutto concentrato presso la base del rally al Centro Multieventi  di Serravalle.  Poi  mentre si accendono i motori, tutti via sulle vicine  prove speciali per assistere allo spettacolo del rally vero e proprio. Unico come sempre anche il “parterre de roi “  dei piloti presenti, sia per quelli partecipanti al rally, come per gli ospiti , iniziamo con Thierry Neuville  pilota ufficiale Hyundai Motorsport, il giovane belga quattro volte vice- campione del mondo e vincitore di 11 gare mondiali, è ormai una presenza fissa del Rallylegend. Quest’anno il Team ufficiale Hyundai, è stato presente a San Marino al gran completo con il Team Principal Ingegner  Andrea Adamo, unendo come dice il detto popolare: ”l’utile al dilettevole”, far divertire i piloti ed al tempo stesso svolgere dei test in previsione dei prossimi impegni del mondiale. A conferma dell’opportunità offerta dal Rallylegend, la Hyundai ha iscritto anche Andreas Mikkelsen, che con una vettura del 2016 ha svolto un importante test sull’ asfalto. Vera star per la prima volta a Rallylegend, il funambolo americano Ken Block, che con le sue “impossibili” evoluzioni è una legenda di You tube,  e del web in generale. Il pilota californiano, cosa scontata, ha mandato in visibilio il pubblico, che ha contraccambiato con entusiasmo, tanto che Block, rimasto impressionato dal Rallylegend, ha lasciato intendere che potrebbe essere nuovamente al via del Rally. Rimanendo in tema di funamboli, anche i nostri colori ne hanno uno che non ha bisogno di presentazioni: Gigi Galli, l’ultimo pilota italiano ad aver avuto un ingaggio ufficiale nel mondiale,. Il driver di Livigno  con la sua KIA Rio “Proto”, già presente in passato al Legend, non è stato da meno in quanto ad evoluzioni. Mattias Ekstrom, campione mondiale rallycross e due volte vincitore del DTM, anche lui per la prima volta al Legend, ha entusiasmato con la sua Audi S1 RX, a completare il poker di campioni del presente c’era Craig Breen anche lui pilota ufficiale Hyundai. Per la “storia” non poteva mancare Miki Biason, ormai una presenza fissa al Legend, il due volte iridato, come sempre è stato assaltato dai fans. Ma le sorprese al Rallylegend non finiscono mai, ed ecco che la “chicca” dell’ultimo minuto: Andrea Dovizioso, che dopo l’esperienza del DTM di Misano, ha voluto vedere “l’effetto che fa” un rally, per il vice iridato 2018 della Ducati, un abbraccio dei tifosi da concerto rock.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La Gara– Nella categoria riservata alla “WRC”, doppietta annunciata per la Hyundai, con Neuville-Gilsoul e Mikkelsen-Jeager. Terza piazza per la Peugeot 206 WRC dei danesi Madsen- Torstein.

Categoria MYTH– Grande battaglia a suon di evoluzioni nella MYTH, dove sul filo di lana la spunta Ken Block in coppia con Gelsomino, sulla Ford Escort Cosworth del 1994. I primi tre della classifica racchiusi nello spazio di 10 secondi, lasciano intendere lo spettacolo offerto, al secondo posto Romagna-Addondi, con una stupenda Lancia Delta Integrale del 1990, in livrea Martini.  Terza piazza per un’altra vettura ricca di storia, la Subaru Impreza del 1993, nei colori “555” ex Colin Mc Rae, di Boroli-Vercelli.

HISTORIC– Era da tempo che non si vedeva il “Lupo” di San Marino Giuliano Calzolari, ed il già vincitore del Legend, amato per la sua guida spettacolare fino in una delle patrie dei Rally :la Finlandia, è rientrato per la gara di casa ha scelto una Porsche 911 SC degli anni ’70. Macchina nuova risultato “vecchio” ovvero la seconda vittoria al Legend, affiancato da Ercolani. Sul secondo gradino del podio un altro funambolo locale, anche lui già vincitore del Legend : Stefano Rosati, che in coppia con Toccaceli sulla “mitica” Talbot Lotus, hanno conteso il primato a Calzolari fino all’ultimo metro dell’ultima prova speciale. Terzo gradino del podio per una “vecchia” conoscenza dei Rally, il già campione italiano degli anni’80 Bruno Bentivogli, con alle note Segato, l’”orso” come è soprannominato affettuosamente il pilota di Meldola, ha dimostrato con la sua Ford Sierra Cosworth, che per lui gli anni sono solo una “cifra” sui documenti.

RALLY LEGEND “HERITAGE”– La nuova categoria inserita come detto quest’anno, è riservata ad con un passato storico da protagoniste, conservate nelle livree originali, uno spettacolo che solo il Legend può offrire. Il primo ad iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro è stato Sandro Giacomelli in coppia con Orian, l’esperto pilota con una Fiat Abarth 131 ha regolato un’altra vettura “must” dei rally, la Fulvia HF 1,6 di Enzo e Luca Battiato. Terza piazza per la “regina” dei rally, la Lancia Stratos ex Darniche, nella livrea “Chardonnet”. In questa categoria erano al via due mostri sacri dei rally, il già citato Miki Biasion, con la Opel Kadett GT/E con la quale esordì nei rally, e il leggendario Jean Claude Andruet, con una Fiat Abarth 131 nei colori Fiat France, pilotata a suo tempo da Michelle Mouton.

Dal Rallylegend si torna a casa sempre mal volentieri, ma la nostalgia passa subito perchè sappiamo che il duo Valli- Piarulli, stanno già preparando l’edizione numero 18… la passione e la storia continua.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>