Il fascino intramontabile del raduno d’auto d’epoca nell’11^ edizione in memoria di Dorino Serafini

di 

29 ottobre 2019

PESARO – Anche la 11^ edizione del raduno di Auto d’Epoca organizzata dal Auto Club Storico Pesaro (ASP), intitolato al grande campione pesarese, Dorino Serafini, uno dei pochi nella storia delle corse ad aver vinto sia con le moto che con le auto, svoltasi lo scorso 13 ottobre, va in archivio come l’ennesimo successo. Il sodalizio pesarese è uno dei più importanti Club federati “ASI” (Automoto Club Storico Italiano), in termini di soci delle Marche, forte dell’esperienza ultra trentennale l’ASP, oltre ad una efficiente organizzazione nella gestione dei veicoli dei propri soci, si propone da sempre come un organizzatore di eventi e raduni di grande interesse e successo.

“Sulle Strade di Dorino” è uno degli appuntamenti clou dell’ ASP, la manifestazione a calendario ASI, ogni anno ripercorre le strade della provincia di Pesaro, sulle quali Dorino Serafini, si allenava e svolgeva i test prima delle competizioni. Il campione della Benelli, altra eccellenza pesarese, conquistò due titoli italiani ed uno europeo con le moto prima di passare alle auto, dove si distinse con diverse affermazioni al volante di Ferrari, Maserati e Cisitalia. Memorabili i secondi posti alla Mille Miglia del 1950 ed al Gp d’Italia di F.1 a Monza sempre nello stesso anno, come pilota ufficiale del Cavallino. Quindi “Sulle Strade di Dorino” oltre che essere un doveroso omaggio alla memoria del Campione, assume un particolare valore, per gli equipaggi delle oltre trenta vetture partecipanti è stato come  un romantico ritorno al passato, magari immaginando di essere sorpassati da… Dorino in sella alla sua Benelli. Partiti da Pesaro, i “gioielli” a quattro ruote hanno attraversato la strada panoramica  del “Bosco delle Cesane” , un percorso mozzafiato in quanto a bellezza e suggestione, che dalle porte di Urbino porta a Fossombrone, l’ antica “Forum Semproni” di epoca romana.

Dopo il benvenuto delle autorità locali, il programma prevedeva un altrettanto unico, affascinante e suggestivo momento culturale dedicato alle bellezze di Fossombrone. Accompagnati dallo staff dello IAT, i partecipanti hanno potuto ammirare la Chiesa di San Filippo, risalente al 1600, al cui interno sono custoditi  importanti dipinti che si “specchiano” nel particolare pavimento completamente costituito da un mosaico.  Il momento culturale, del quale il Club  ne ha fatto una caratteristica dei propri eventi,  è proseguito con la visita alla “ Quadreria Cesarini”, antica dimora di un notaio che ha collezionato negli anni importanti dipinti e sculture, poi donate al Comune di Fossombrone, che ha fatto dell’antico palazzo un museo. Anche le eccellenze culinarie del territorio hanno avuto il loro momento clou, con la sosta presso il Ristorante “Le Bonci”. Nel pomeriggio prima di accomiatarsi la visita al “museo” di attrezzature agricole, che testimoniano  l’importante tradizione rurale, raccolto da Gianfranco Bisiccia, dinamico ottuagenario, post-president del Club ASI “Le Veterane “ di Fossombrone, fraterno amico  del Club pesarese.  Essendo un evento a calendario ASI, sulle “Strade di Dorino” è stato seguito da un delegato alle manifestazioni, e con piacere il ruolo è stato ricoperto da una giovane e preparatissima delegata : Valentina Severino, che fa parte della commissione della Campania. Una lunga trasferta, quella di Valentina, che il Direttivo del Dorino Serafini ha reso senz’altro piacevole, come confermato da entrambe le parti che hanno dichiarato di avere un “nuovo amico”. Dopo qualche giorno di pausa lo staff del Club è già senz’altro al lavoro per la 12^ edizione di “Sulle Strade di Dorino”. 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>