Tre giorni di sciopero per i lavoratori pesaresi della Item che garantisce connessioni internet e telefoniche

di 

7 novembre 2019

Sindacati Fiom Cgil e Uilm Uil

PESARO – Da oggi i lavoratori della ITEM azienda che garantisce la connessione internet e la rete telefonica a una buona parte del nostro territorio sono in sciopero per rivendicare quello che è un diritto fondamentale, ovvero il salario. Infatti già da circa due anni i lavoratori percepiscono lo stipendio in ritardo, e nell’ultimo periodo hanno dovuto ricorrere a varie mobilitazioni per aver ciò che gli è dovuto per il loro lavoro.

In passato il sindacato ha provato a dare ordine a questo marasma facendo accordi sindacali per provare a dare certezze ai lavoratori, viste anche le necessità quotidiane delle famiglie coinvolte.Nell’ultimo periodo la situazione già complicata è addirittura peggiorata, infatti oggi non abbiamo più neanche un interlocutore a causa di un repentino cambio al vertice.

IMG_3908Sembra che gli assetti societari stiano cambiando, ma tutto questo senza coinvolgere i lavoratori e senza dare certezze sul pagamento degli stipendi. Per queste ragioni c’è lo stato di agitazione sia nella sede romana che in quella pesarese e per queste ragioni ci attiveremo verso la regione per chiedere un incontro istituzionale.

Vogliamo sottolineare che i lavoratori in questi anni di difficoltà hanno sempre assicurato il massimo impegno il quale ha garantito all’azienda i contratti in essere e la crescita. Crediamo che sia giunta l’ora di dare certezze e risposte ai lavoratori. Lo sciopero continuerà anche nella giornata di domani e sabato, poi lunedì mattina ci incontreremo con i lavoratori per decidere come proseguire la mobilitazione qualora non giungessero notizie positive.

Un commento to “Tre giorni di sciopero per i lavoratori pesaresi della Item che garantisce connessioni internet e telefoniche”

  1. Tiziano scrive:

    Forse è ora di darci un taglio con questi personaggi,con fallimenti milionari alle spalle.
    Non è possibile che un settore come le telecomunicazioni sia gestito da persone che partono con il presupposto di arricchirsi anche a costo di lasciare famiglie in mezzo a una strada.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>