FlixBus torna a scommettere su Pesaro. Al via le corse per nove nuove destinazioni. Collegamenti con oltre 50 città

di 

14 novembre 2019

PESARO – FlixBus continua a investire su Pesaro e potenzia i collegamenti con il territorio: sono infatti operativi, a partire da oggi, collegamenti con nove nuove destinazioni, che, affiancandosi a quelle già connesse, portano a oltre 50 il numero delle mete raggiungibili in tutta Italia grazie all’innovativo servizio intercity degli autobus verdi.

Pesaro: altre nove destinazioni collegate in Italia dall’Abruzzo all’Alto Adige

FlixBus_App check-inHa inizio oggi l’opera di potenziamento dei collegamenti con Pesaro, che si protrarrà fino alla fine della prossima settimana.

Da oggi sono innanzitutto operative le prime corse verso Teramo, L’Aquila e Avezzano, che si aggiungono alle numerose città già raggiungibili in Abruzzo, fra cui Pescara, Giulianova e Chieti, e verso Torino, raggiungibile fino a due volte al giorno anche di notte, con la possibilità di riposare a bordo e ottimizzare i tempi di viaggio.

Da domani, venerdì 15 novembre, Ferrara si aggiungerà a Rimini, Cesena, Ravenna, Bologna, Modena, Reggio Emilia e Parma fra le mete connesse in Emilia Romagna, e saranno potenziati i collegamenti con Rimini, che diventerà collegata fino a quattro volte al giorno, e Cesena, che sarà raggiungibile fino a due volte al giorno.

FlixBus_DuskVenerdì 22 novembre, infine, partiranno i primi collegamenti da Pesaro verso Trento, Bolzano Rovereto, prime mete raggiunte in Trentino Alto Adige, e Verona, che si affiancherà a Padova e Venezia fra le destinazioni collegate in Veneto. Si consoliderà in questo modo il corridoio attivo tra Pesaro e il Nordest, con il conseguente ampliamento delle opportunità di viaggio dei Pesaresi.

Restano attivi i collegamenti con molte delle principali città italiane, quali Roma, Bologna, Milano e Perugia, ideali soprattutto per i tanti fuorisede, studenti e giovani lavoratori, tenuti a spostarsi frequentemente tra la città di domicilio e quella di origine, che, non a caso, costituiscono la maggioranza dell’utenza FlixBus in tutta Europa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>