Tappa a Sant’Angelo in Vado per il tour Liberiamo le Marche di Fratelli d’Italia

di 

30 novembre 2019

SANT’ANGELO IN VADO – Liberiamo le Marche, l’iniziativa ideata dal segretario di Fratelli d’Italia di Pesaro e Urbino, fa tappa a Sant’Angelo in Vado. Tanti amici e entusiasmo all’incontro organizzato da Fernando Pasquini e dal circolo vadese in uno dei circoli più attivi e numerosi del territorio per il partito di Giorgia Meloni.

Schermata 2019-11-29 alle 14.04.38“Ci attendono settimane e mesi di grande ed entusiasmante lavoro per portare a compimento il lavoro di questi anni nella difesa degli interessi e dei diritti della nostra provincia e di questa parte di territorio interno completamente abbandonato e dimenticato dalla giunta regionale a guida Pd – così il segretario provinciale di FdI Antonio Baldelli -. Una regione ingessata che ha fatto pagare il prezzo più alto della propria inefficienza alle aree interne e di confine, come quella di Sant’Angelo in Vado. Si pensi alla Sanità o alla Viabilità. Si pensi alla vicenda della Guinza per cui abbiamo ascoltato negli ultimi anni dalla sinistra solo promesse rivelatesi un continuo inganno per i Vadesi. Partendo da queste considerazioni, condivise coi nostri alleati – conclude Baldelli – siamo pronti a Liberare le Marche”.

A rappresentare il partito a Sant’Angelo in Vado, oltre Fernando Pasquini e Terenzio Garulli, anche Francesco Baldelli, vicepresidente nazionale dell’Anno, Giacomo Toccaceli, consigliere provinciale, Alessandro Urbinelli, dirigente di Gioventù Nazionale.

Pasquini aprendo la serata non ha lasciato spazi a dubbi e ha lanciato un messaggio chiaro in vista dei prossimi appuntamenti elettorali: “Giù le mani dalle nostre montagne e dalle nostre colline. I rappresentanti politici della costa, con qualche infiltrato anche nei nostri territori, vogliono toglierci il diritto di vivere in queste terre, glielo impedirono partendo proprio da Sant’Angelo che permetterà a FdI di superare il 10% alle prossime elezioni regionali.

“Una sfida credibile visto che a Sant’Angelo in Vado il partito di Giorgia Meloni, alle recenti europee, ha ottenuto una delle percentuali di voto più alte in provincia contribuendo al successo di FdI”, ha fatto notare Francesco Baldelli che ha parlato di un nuovo e possibile piano sanitario regionale, che tuteli in maniera omogenea tutto il territorio provinciale, ma anche di soluzioni per la viabilità, di valorizzazione del tartufo.

Baldelli ha aggiunto: “La nostra è la provincia, tra quelle marchigiane, che in termini percentuali cresce di più e che alle prossime regionali sarà in grado, arrivando alla doppia cifra, di esprimere una classe dirigente che sia valida alternativa in questa regione al governo del PD. Le Marche hanno infatti bisogno di un progetto concreto per il loro rilancio e di uomini competenti e credibili sul territorio, partendo proprio dall’esempio di buon governo di Sant’Angelo in Vado”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>