Vuelle, si cambia: esonerato Perego, il nuovo coach sarà Giancarlo Sacco

di 

5 dicembre 2019

PESARO – Dopo aver trascorso gli ultimi giorni a scremare le notizie sul nuovo giocatore della Vuelle, è arrivata, a sorpresa, la notizia dell’esonero di Federico Perego e dell’ingaggio al suo posto di Giancarlo Sacco, come nuovo coach della Carpegna Prosciutto. Intendiamoci, ad essere sorprendente era casomai l’assenza di voci sull’esonero di Perego, perché una delle regole non scritte degli sport di squadra è, che il primo a pagare è sempre l’allenatore, in special modo se quella squadra ha perso tutte e dieci le partite disputate, ma le priorità in casa Vuelle sembravano altre, come la ricerca di quel rinforzo indispensabile per rincorrere una salvezza sempre più lontana a complicata da raggiungere.

Invece, si è deciso di anticipare l’inevitabile esonero – perché già qualche settimana fa, avevamo detto che non avremmo scommesso un euro, sul fatto che Perego riuscisse a mangiare il panettone in riva al Foglia – nei giorni in cui si sta decidendo chi prendere e in che ruolo, e chi tagliare per fargli posto, era inutile infatti, ingaggiare un giocatore gradito a Perego, per poi farlo dirigere al suo successore, costringendo così il nuovo coach a gestire una situazione da lui non creata direttamente.

Perego a sinistra e Sacco a destra

Perego a sinistra e Sacco a destra

E’ più logico invece che sia proprio Sacco ad avere l’ultima parola, almeno sul nuovo acquisto, mentre da quelli che ci sono già, dovrà cercare di spremere il massimo, sperando che finalmente li faccia giocare ognuno nel ruolo più adatto, e il primo pensiero va naturalmente a Zach Thomas, che è un’ala piccola punto e basta, ed ogni esperimento per farlo giocare sotto canestro è miseramente fallito in questi tre mesi.

Giancarlo Sacco non ha bisogno di presentazioni per i tifosi pesaresi, dato che è stato già allenatore della Vuelle nel lontano 1984, allora 27enne, per poi ritornare nel 1998, mentre oggi, che di anni ne ha 62, è uno dei coach più conosciuti del panorama italiano, anche se magari la sua carriera non ha avuto tanti alti, ma si è specializzato nel subentrare in corsa, con l’obiettivo di salvare la squadra, girando il Bel Paese in lungo ed in largo, con quel carattere fumantino che ben conosciamo e che crediamo sia uno dei motivi per cui è stato scelto, perché questo gruppo ha dimostrato di avere l’encefalogramma piatto, ed aveva assolutamente bisogno di una scossa, di un allenatore che non gli insegni solo la tecnica, ma anche come metterla in pratica.

L’arrivo di Sacco potrebbe anche far cambiare la strategia sui rinforzi, dato che finora si era scelta la strada del “one shot”, un colpo solo da piazzare, prendendo il miglior giocatore disponibile sulla piazza, senza badare troppo al ruolo, il migliore naturalmente, in base alle risorse economiche disponibili, mentre adesso si potrebbe anche virare sul doppio cambio, tornando magari alla carica con Montegranaro per James Thompson IV, e cercando un play degno di questo nome, spostando definitivamente Thomas da numero tre.

Giocare con Milano, darà a Sacco la possibilità di esordire senza la pressione del risultato, ma è chiaro che dalla successiva trasferta di Varese, un pensierino alla vittoria si dovrà fare, mentre conquistare i due punti sarà obbligatorio nei successivi impegni con Pistoia e Cantù, veri spartiacque di una stagione cominciata malissimo e che si spera possa svoltare il prima possibile.

Il comunicato ufficiale della Carpegna Prosciutto Basket Pesaro:

Con rammarico, la Carpegna Prosciutto Basket Pesaro comunica la fine del rapporto di collaborazione con Federico Perego. Venute meno le prospettive del progetto ipotizzato la scorsa estate, la società, con dispiacere, ha assunto la decisione di separarsi dal Coach, al quale riconosce grande professionalità e dedizione al lavoro. La Vuelle augura a Perego le migliori fortune personali e professionali per il futuro.

Perego sarà sostituito da Giancarlo Sacco, che nel pomeriggio di oggi dirigerà il primo allenamento. Pesarese, classe 1957, Sacco, oltre a numerose altre squadre, ha già allenato Pesaro negli anni 80 e 90. Nel 1985, con la Scavolini, ha conquistato la Coppa Italia. Nella stessa stagione è stato nominato allenatore dell’anno. Ha inoltre raggiunto 2 finali scudetto, ulteriori due finali di Coppa Italia e 2 finali in competizioni europee. E’ stato allenatore della selezione europea nel 1991 e coach in due All Star Game. A livello giovanile ha vinto 4 delle 10 finali conquistate.

Sacco sarà presentato sabato 7 dicembre, alle ore 10, al Pala Nino Pizza.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>