Vuelle verso Varese, Sacco: “Abbiamo lavorato su velocità e resistenza alla fatica, la squadra ha entusiasmo”

di 

13 dicembre 2019

PESARO – Presso la filiale di Consultinvest Pesaro il Coach della Carpegna Prosciutto Basket Pesaro Giancarlo Sacco ha presentato il match della 13^ giornata di campionato che vedrà i biancorossi scendere sul parquet della Enerxenia Arena di Masnago domenica 15 dicembre alle 18:00 per sfidare i padroni di casa della Openjobmetis Varese (RILEGGI QUI ALTRO APPROFONDIMENTO SUL MATCH): “È stata una settimana con alcuni acciacchi: Chapman si sta allenando a mezzo servizio, Totè sta recuperando. La squadra ha lavorato bene e abbiamo cercato di alleggerire il carico tecnico- tattico apportando delle modifiche per testare la condizione della squadra. Mi piace che la squadra che alleno giochi in velocità e che abbia resistenza alla fatica e al gioco atletico per maggiore lucidità ai momenti cruciali. Stiamo lavorando su noi stessi e siamo consapevoli delle carenze che abbiamo: trovando il giusto equilibrio allora potremo fare un grande passo avanti”.

“Abbiamo entusiasmo – ha proseguito Coach Sacco – domenica contro Milano abbiamo dato tutto quello che avevamo e per batterci sono serviti giocatori come Rodriguez e Scola. A fine match eravamo scontenti, avevamo assaporato la vittoria: ora la squadra sta guardando avanti, ci aspettano esami difficili. A Varese la Openjobmetis ha perso solo una volta e gioca con grande fisicità, adesso siamo chiamati a confermarci su un parquet storico come quello di Masnago. Ritroverò coach Attilio Caja, sarà una partita ‘gustosa’, ci conosciamo da molto tempo: siamo due allenatori che nascono da una storia simile, non alleniamo soltanto ma abbiamo anche un ruolo di insegnanti per far crescere i ragazzi che abbiamo a disposizione”, ha sottolineato il coach biancorosso.

Coach Giancarlo Sacco presenta #VaresePesaroL’allenatore della Carpegna Prosciutto Basket Pesaro ha proseguito nell’analisi della situazione attuale: “Stiamo alleggerendo il lavoro che siamo chiamati a fare cercando di chiarire le gerarchie, le situazioni e i ruoli per non andare in confusione. Ho allenato a Varese nel 1989/1990 e siamo arrivati in finale proprio contro la VL: ho molti amici lì, ho lavorato con Toto Bulgheroni e siamo legati da un grandissimo rapporto. Dobbiamo puntare molto sulla difesa se vogliamo salvarci, si tratta di un fondamentale indispensabile. Voglio avere cinque giocatori che prendano in mano l’inerzia della partita e che sappiano gestirla: dobbiamo vincere e io sono chiamato a trovare il modo migliore per cercare di arrivare a quello che è il nostro obiettivo”.

“Sento la responsabilità di essere il Coach di questa squadra, dato che sono un pesarese come i 5000 che tutte le volte che giochiamo in casa vengono a portare il loro calore nei nostri confronti”, ha spiegato Sacco che ha anche parlato del nuovo arrivo in casa biancorossa: “Ieri abbiamo annunciato Troy Williams; cercavamo un’ala piccola molto atletica e in grado di attaccare il canestro senza però mettere in secondo piano la pericolosità sul perimetro. Abbiamo sondato il mercato e ci siamo diretti verso giocatori dalla grande fisicità. Troy risponde perfettamente a tutti i requisiti che cercavamo, ha giocato in NBA e in G – League sempre sotto l’attenzione del massimo campionato statunitense. Abbiamo parlato con lui e gli stiamo dando un’opportunità importante per eventuali scenari futuri”.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>