Il Consiglio Comunale di Pesaro approva il bilancio di previsione: 20 voti favorevoli, 9 contrari, 3 astenuti

di 

20 dicembre 2019

CONSIGLIO COMUNALEPESARO – Si è riunito oggi (venerdì 20 dicembre) il Consiglio comunale, in apertura è stata esaminata l’interrogazione a firma dei consiglieri Giulia Marchionni Prima c’è Pesaro-Fratelli d’Italia, Michele Redaelli Forza Italia, Andrea Marchionni Lega, con carattere di urgenza, in merito all’ultima variazione di bilancio per il 2019, dalla quale si evince che non sono state previste ulteriori risorse per il Rossini Opera Festival e il Festival del Nuovo Cinema.

Le convenzioni prevedono euro 600.000 annui per la Fondazione Rossini Opera Festival e euro 110.000 annui per la Fondazione Pesaro Nuovo Cinema. Si chiede perché le fondazioni non abbiano rendicontato.

“In commissione è stato già illustrato. C’è anche una nota tecnica – ha precisato l’assessore Delle Noci – è necessaria una rendicontazione ancora non pervenuta, la Mostra del Cinema ha già completato il lavoro e lo presenterà nei prossimi giorni, sarà utilizzato l’avanzo. Per il Rof arriverà successivamente e sarà sanato nella prima variazione di bilancio che avremo a gennaio.”

Giulia Marchionni si è dichiarata non soddisfatta della risposta: “il Rof è un’istituzione anche nell’ottica della candidatura a capitale europea della cultura per il 2020, non si può lasciare in balia.”

Sono state poi discusse le proposte di delibere.

Variazione di bilancio approvata con 20 voti favorevoli, 9 contrari, astenuti 2. “E’ l’ultima variazione di bilancio possibile solo per entrate a tipologia vincolata- ha precisato Delle Noci- e correlati programmi di spesa. Tra queste un percorso ciclopedonale.” “Questa variazione di bilancio riguarda ulteriori entrate a destinazione vincolata, che ben vengano, ci lascia perplessi che non ci siano fondi per la cultura.” Così Giulia Marchionni.” “Se anche avessimo disponibilità dopo il 30 di novembre non è possibile fare variazioni, tranne queste che sono vincolate.” Ha replicato Delle Noci

Ricognizione partecipazioni. Delibera votata con 20 favorevoli, 9 contrari, 3 astenuti (5 stelle). Dal 2018 gli enti locali sono chiamati ad un adempimento – ha spiegato Delle Noci – ad una revisione periodica per riorganizzare e semplificare. Questo Comune aveva già iniziato dal 2015.

Patti parasociali delibera votata con 20 favorevoli, 9 contrari, 3 astenuti. “Un patto parasociale – ha spiegato Delle Noci- è accordo fra due soci importanti. Pesaro ed Hera si sono accordati, hanno definito un valore pari a 0,54 per azione senza prelevare dal fondo di riserva (senza utili non c’è la distribuzione). Questa è la modifica.”

La discussione sulle due proposte

“Sulla società in house, Aspes, è arrivato il momento di deciderne i confini. Molti servizi strategici vengono affidati ad Aspes. A Pesaro Parcheggi per esempio la fiera di San Nicola. patti parasociali. Marche Multiservizi gestisce servizi in monopolio, il privato ha obiettivo di massimizzare l’utile, il pubblico non dovrebbe avere questo scopo. 18 milioni di utili in passato, non identificano solo qualità gestionale ma anche tariffe importanti.” Così Dario Andreolli Lega Salvini

Michele Gambini PD ha precisato: “C’è conflitto di interessi tra prendere utile e regolare, negli anni si doveva costruire una maggiore relazione con il partner privato che non è un avversario. Forse il Comune dovrebbe cambiare prospettiva. Il valore che l’azienda crea per il territorio non è però l’utile ma la qualità del servizio e questo aspetto c’è.” “Non sono d’accordo con Andreolli, dovremmo preoccuparci delle società non in house, con Aspes abbiamo trovato la quadra. Aspes è comune di Pesaro.” Così Rito Briglia PD

“Per Marche Multiservizi, il patto serve proprio per riequilibrare (risorse che tornano indietro per i cittadini), è un mercato protetto ma comunque ci possono essere perdite, basta pensare a Roma. Forse un merito di efficienza, di gestione di innovazione va riconosciuto.” L’intervento di Delle Noci.

Bilancio di previsione 2020-2022

“Veniamo da 5 anni straordinari, da Pesaro è nato il cambio del patto di stabilità – così Delle Noci – il Comune è riuscito a mantenere servizi. Con questo bilancio confermiamo il welfare, non abbiamo ritoccato le tasse ai cittadini. Non abbiamo nemmeno applicato l’istat, è come diminuire le tariffe. Gli investimenti non si fermano. E’ ripartito il palazzetto dello sport. Abbiamo investito su turismo e cultura. Tutto ciò con un debito basso. Nel 2012 480 euro ad abitante di debito. Obiettivo nel 2022, 272. Unione dei Comuni. Un avanzo molto importante che tornerà nei Comuni. Il Comune sta esprimendo grande solidarietà verso chi è in difficoltà. Se i cittadini saranno d’accordo, dovremo aiutare Monteciccardo.”

“Ho letto attentamente i documenti – trovo una preoccupazione per l’equilibrio finanziario del comune di Pesaro. Non siamo in grado di assolvere alle convenzioni storiche. Non abbiamo la forza di saldare le voci storiche obbligatorie, come possiamo far fronte alle problematiche durante l’anno? Mi auguro fortemente che sia rivista la spesa” Così Dario Andreolli

“Riteniamo il documento buono che testimoniano l’ente in buona salute e indebitamento sostenibile. La raccolta differenziata è solo al 66%. Suggeriamo la tariffa puntuale per la tari. Il giudizio non è negativo, proponiamo però alla giunta di fare ancora meglio anche sulla lotta all’evasione fiscale.” Lorenzo Lugli (5 stelle).

“Il bilancio ha un grande valore, un profilo umano, guarda ai valori fondamentali delle persone.” Tomas Nobili Forza Pesaro un granbelpò. Per Chiara Panicali pd: “E’ evidente che l’amministrazione investe su cultura e turismo, altro pilastro accanto a welfare e servizi educativi.”

 

Le votazioni

Modifica regolamento pubblicità 20 favorevoli (maggioranza) contrari 8 astenuti 3 (5 stelle)

 

Bilancio di previsione 20 favorevoli contrari 9 astenuti 3

 

Dup 19 favorevoli contrari 9 astenuti 3

 

IMU conferma aliquote e detrazioni 20 favorevoli contrari 8 astenuti 3

Andreolli ha espresso dichiarazione di voto contrario

 

TASI determinazione aliquote 20 favorevoli contrari 8 astenuti 3

Giulia Marchionni ha espresso dichiarazione di voto contrario

 

Piano finanziario e delle tariffe TARI 20 favorevoli contrari 8 astenuti 3

Modifica al regolamento dell’imposta di soggiorno 20 favorevoli contrari 8 astenuti 3

Approvazione regolamento misure preventive contrasto dell’evasione tributi 31 favorevoli approvata all’unanimità.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>