Melis (Lega) su incorporazione Monteciccardo a Pesaro: “Rispetto al voto dei cittadini, ma è incredibile che per risanare un disavanzo si chiuda un municipio per sempre”

di 

20 gennaio 2020

Gianmauro Melis*
PESARO – La Lega della provincia di Pesaro-Urbino è felice che i cittadini siano andati al voto e abbiano espresso la propria scelta, perché questa è la massima espressione della democrazia. Quando si vota è sempre il trionfo della libertà e qualsiasi decisione prendano i cittadini va sempre rispettata.  Sapevamo perfettamente quanto fosse difficile contrastare anni di propaganda PD, atta a ottenere questo risultato utile solo a Ricci. Proprio per questo, abbiamo voluto offrire con tre assemblee pubbliche libere e partecipate, per il bene della dialettica democratica, un punto di vista diverso, frutto di una visione identitaria e autonomista di base, che miri alla salvaguardia della indipendenza politica, culturale ed economica di ogni comune.
È incredibile che per risanare un disavanzo molto meno drammatico di altre realtà, le quali sono riuscite comunque a sistemare i propri conti, si decida di chiudere un municipio per sempre, rinunciando ad un fondamentale e storico presidio politico e amministrativo, per finire tra le braccia di Pesaro e attestarsi come periferia più estrema di essa.
monteciccardo2L’interesse dei pesaresi per le necessità di Monteciccardo sono evidenti: solo il 6,95% si è recato alle urne, sarà interessante
seguire le discussioni tra pesaresi storici e acquisiti, quando verosimilmente verranno tagliati i fondi per le fusioni e gli amministratori dovranno necessariamente fare delle scelte politiche di spesa.
La Lega si batterà sempre per il territorio e non abbandonerà nemmeno quello che fino a ieri chiamavamo Comune di Monteciccardo. I nostri consiglieri comunali a Pesaro e i nostri consiglieri regionali, si adopereranno al massimo per far rispettare i diritti di tutti i cittadini, affinché le garanzie espresse nel progetto di fusione del comitato del SÌ e dalla giunta di Ricci siano completamente onorate. In Regione lavoreremo con determinazione per riformare questa modalità di referendum, perché non è pensabile indire consultazioni di tale importanza così repentinamente, con una manciata di firme e senza quorum.
La sinistra ormai chiama al voto i cittadini solo quando è certa di vincere e per farlo piega tutte le regole del gioco a proprio uso e consumo, la Lega viceversa è sempre dalla parte dei cittadini e muove battaglia ogni qualvolta ci siano da tutelare i loro interessi.
*Lega Pesaro-Urbino

Un commento to “Melis (Lega) su incorporazione Monteciccardo a Pesaro: “Rispetto al voto dei cittadini, ma è incredibile che per risanare un disavanzo si chiuda un municipio per sempre””

  1. andrea tomasetti scrive:

    Legge elettorale del 2005, definita dal senatore calderoli, che ne è l’estensore, “porcellum”…muto

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>