Il 2020 degli Itinerari della Bellezza parte da Cagli. Confcommercio amplia la rete di promozione territoriale a 12 comuni

di 

18 febbraio 2020

CAGLI – 148 pagine, 12 comuni e un numero incalcolabile di percorsi storici, paesaggistici e sensoriali da attraversare all’insegna della bellezza. Parte da Cagli e dal suo Salone degli Stemmi di Palazzo Pubblico, la promozione ‘locale’ della guida 2020 degli Itinerari della Bellezza di Confcommercio. Cagli che è tra le entrate più recenti, assieme a Fano, Terre Roveresche e Gabicce Mare ad entrare nella rete dei 12 comuni aderenti agli Itinerari. Un percorso aggregativo che fa perno sulla forza promozionale della bellezza dei piccoli comuni che Confcommercio iniziò da Pergola e Sant’Angelo in Vado per poi completare un paio d’anni or sono i primi Itinerari della Bellezza con Mondavio, Fossombrone e Urbino. L’anno seguente la ‘famiglia’ si è allargata a Colli al Metauro, Pesaro e Gradara e, ora, la forza attrattiva del territorio si è moltiplicata per dodici.

Amerigo Varotti, direttore provinciale di Confcommercio e motore organizzativo fin dal principio di questa elaborata operazione di richiamo turistico ha presentato l’inizio dell’avventura di questo 2020 alla presenza del sindaco e vicesindaco di Cagli Alberto Alessandri e Benilde Marini, del sindaco di Pergola Simona Guidarelli, del sindaco di Fossombrone Gabriele Bonci, del vicesindaco di Gabicce Mare Marila Girlomoni e del dirigente del Comune di Pesaro Davide Venturi.

“Non ci stancheremo mai di ripeterlo – ha enfatizzato Varotti – Non si tratta di promuovere una guida turistica. La guida c’è, è sempre più ricca, ma non è altro che uno strumento in mano a un’associazione di categoria e a 12 comuni che lavorano insieme per una promozione delle loro bellezze altrimenti impossibile singolarmente. Una promozione che va a solleticare settimanalmente i riscontri positivi del turismo internazionale, come già in questo inizio 2020 abbiamo cominciato a constatare alle fiere di Mulhouse (Francia), alla Bit di Milano e al Cosmobike di Verona. Promozione che continuerà domani a Monaco di Baviera e poi ancora alle fiere di Mantova, Berlino, Mosca, all’Agritravel di Bergamo e al Salone del Libro di Torino. E questo soltanto considerando i prossimi due mesi. Non è però una promozione che si limita alle sole fiere, ma è pressoché quotidiana con le app e gli strumenti social che ci supportano”.

Itinerari che continuano oltretutto a diramarsi in percorsi secondari all’interno delle stesse bellezze specifiche del territorio: hanno già riscosso successo gli Itinerari Romantici e l’Itinerario Archeologico interni alla provincia di Pesaro-Urbino. Ora sono pronti a essere battezzati in questo 2020 anche l’Itinerario delle Rocche e dei Castelli di Francesco di Giorgio Martini, gli Itinerari dei luoghi della fede e l’Itinerario dei Sapori e del Gusto che abbineranno le tipicità del territorio ad un particolare storytelling e valorizzando i ristoranti tipici.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il sindaco di Cagli Alberto Alessandri ha enfatizzato come quella degli Itinerari sia un’idea che si sposa benissimo alle esigenze di quelle che vengono nominate come aree interne. Così è possibile comunicarci realmente al turista con tutte le nostre iniziative. Qui siamo in possesso di tutti gli elementi fondamentali per la vita: l’acqua e l’aria buona, la terra con le sue colture che producono eccellenze in grano, birra, tartufo e funghi, ma anche il ‘fuoco’ artistico di fenomeni universali come Piero della Francesca, Francesco di Giorgio Martini e Raffaello Sanzio che a questi territori si sono ispirati nei lavori. Spesso si dice che il turista non paga le tasse e non vota nei territori che visita; motivo per cui alcuni politici hanno investito poco nel settore. Noi siamo invece convinti che questa sia la strada giusta” Una strada condivisa con Bonci, Guidarelli, Girolomoni e Venturi che hanno sottolineato all’unisono come “l’unire le nostre competenze e risorse sia la strada migliore per essere più appetibili a livello nazionale e internazionale”.

Nello specifico di Cagli, il vicesindaco Benilde Marini ha sottolineato come Cagli entri a pieno titolo nell’Itinerario grazie alle sue bellezze: “E molte di queste spesso sono tutte da scoprire – dice – Stiamo ad esempio promuovendo i 365 gradini del Soccorso Coverto che è una realtà perlopiù sconosciuta perchè quasi tutti si fermano al Torrione. In primavera apriremo invece la parte finale del percorso che consentirà al visitatore di uscire fino al Colle della Banderuola e tornare sulla città in un altro sentiero di trekking urbano. Tra le tante iniziative in cantiere ci sarà poi il ventennale della Festa della Pipa, il sempre apprezzato Palio dell’Oca, il Festival della Danza, oltre alla ricca offerta di un teatro attivo praticamente 365 giorni l’anno”

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>