Lega: “La retromarcia di Ceriscioli sulla chiusura delle scuole è atto di debolezza di fronte a emergenza conclamata”

di 

24 febbraio 2020

foto.consiglieri.legaANCONA – “Non è solo una figuraccia quella incassata dal Presidente Ceriscioli in diretta dal Premier Conte nell’istante immediatamente successivo all’annuncio dell’ordinanza di chiusura delle scuole, ma anche un errore (rileggi qui precedente articolo Pu24). Già nelle prime ore di questa mattina avevamo invitato il Presidente Ceriscioli ad assumere urgentemente tutti i provvedimenti necessari a garantire l’incolumità pubblica di fronte al diffondersi del contagio dal coronavirus con la chiusura delle scuole, dei luoghi di aggregazione, l’annullamento delle manifestazioni, il monitoraggio per coloro che provengono dalle zone a rischio con un’obbligatorietà al controllo e con una disinfestazione costante dei mezzi del trasporto pubblico locale” ; così in una nota i consiglieri regionali della Lega Sandro Zaffiri, Marzia Malaigia, Luigi Zura Puntaroni e Mirco Carloni (foto).

“Lo abbiamo chiesto subito e non per amor di polemica, ma come risposta per prevenire i rischi. La retromarcia del Governatore all’alt intimatogli dal Premier Conte rappresenta un “commissariamento” per Ceriscioli. Se l’ordinanza annunciata è stata ritenuta necessaria significa che esistevano i presupposti di rischio per la salute pubblica in materia di prevenzione, che non possono certamente essere rimandati a domani. Oppure questi rischi non ci sono? Stiamo assistendo increduli ad una totale inconsistenza di Ceriscioli e di tutta la giunta regionale che non sa prendere una decisione e rischia di aggravare la situazione con l’incertezza e un dilettantismo che i marchigiani non si meritano. Invece, purtroppo, gli è mancato il coraggio, ed è tornato ad orecchie basse sui suoi passi, probabilmente rinviando la scelta di 24 ore, ma a quel punto sarà tardi perché domani è martedìgrasso e saranno già in corso le manifestazioni programmate” .

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>