Spaccio di eroina al Miralfiore, arrestato 26enne nigeriano ‘abituale’ pusher del parco

di 

26 febbraio 2020

Un'immagine del parco Miralfiore di Pesaro (foto Filippo Baioni)

Il parco Miralfiore di Pesaro (foto Filippo Baioni)

PESARO – Continuano i blitz della polizia al Parco Miralfiore in contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti. Nel pomeriggio di ieri la Squadra Mobile ha effettuato un appostamento nei pressi dell’ingresso principale del parco. Il servizio permetteva di notare due giovani, già noti per essere tossicodipendenti da eroina, i quali si fermavano al centro del parcheggio di fronte al parco rimanendo in attesa. Pochi minuti dopo uno straniero africano usciva dal parco e si avviava in direzione dei due, ma, accorgendosi della presenza degli agenti, ha cercato di allontanarsi tentando una breve fuga, venendo però subito bloccato.

Lo straniero è stato identificato in in O.G. di 26 anni, cittadino nigeriano al quale era stata rigettata la richiesta d’asilo, irregolarmente presente nel territorio nazionale, nonché nullafacente e pregiudicato. Perquisito, gli venivano trovate e sequestrate due dosi di eroina destinate ai due clienti che lo stavano aspettando. Le dichiarazioni rese dai due, infatti, confermavano l’ipotesi investigativa e permettevano di riscontrare la conduzione, quotidiana, da parte dello straniero arrestato, di uno spaccio al dettaglio di dosi di eroina al Parco Miralfiore, da almeno un paio di mesi.

Nella mattinata odierna, il 26enne nigeriano è stato accompagnato innanzi al Giudice del Tribunale di Pesaro per la celebrazione del rito direttissimo. Il giudice convalidava l’arresto e rimetteva in libertà lo straniero condannandolo alla pena di un anno di reclusione e 2.000 euro di multa, pena sospesa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>