Coronavirus, Ricci: «Spostamenti, negozi, attività produttive e servizi: ecco gli aggiornamenti»

di 

12 marzo 2020

Matteo RicciPESARO – Aggiornamenti di Matteo Ricci dopo la stretta ulteriore del governo e dell’ Istituto superiore di sanità su movimenti e attività economiche. «Il messaggio è molto chiaro: bisogna stare a casa. Muoversi solo se è indispensabile, anche all’interno della città. Così come per le attività economiche: quelle che possono chiudere devono stare chiuse, anche se alcune sono consentite dal decreto». Ribadisce il sindaco: «Dobbiamo avere pazienza, non è facile. Solo mantenendo la calma e l’equilibrio riusciremo a gestire questa fase di difficoltà. Solo collaborando tutti riusciremo a sconfiggere il virus. Meno persone si ammalano, meno persone vanno in terapia intensiva. Questo è l’obiettivo:  dobbiamo aiutare il nostro sistema sanitario, che sta facendo un lavoro straordinario». Sul decreto, nel dettaglio: «Alcune attività possono rimanere aperte. Come quelle produttive, anche se molti imprenditori stanno autolimitando l’attività in proprio. Rimangono aperti i servizi pubblici essenziali: il Comune, le poste, le banche. Anche se molti uffici stanno lavorando in smart working e danno servizi online. Restano aperti i servizi farmaceutici, i sanitari, gli ottici. Così come i generi alimentari: non serve, quindi, andare a svaligiare i supermercati perché i beni alimentari saranno costantemente garantiti.  Aperti i negozi di prodotti di igiene e pulizia per la casa e la persona, elettronica e telefonia, distributori, edicole, tabaccai, negozi per animali domestici. E alcuni lavori artigianali come elettricisti, idraulici, muratori: se vogliono, possono continuare». Chiusi tutti i bar e i ristoranti: «E’ possibile la consegna a domicilio per i ristoranti che vorranno mantenere aperta la cucina». Le misure valgono fino al 25 marzo. «Treni e aerei sono garantiti. Ma si sta ragionando sul trasporto regionale. Per alcuni treni regionali e autobus probabilmente ci sarà una limitazione, garantendo il servizio essenziale. Siamo in attesa di informazioni dalla Regione». Conclusione: «E’ una situazione difficile e  nuova per tutti. Dobbiamo collaborare e tenere botta, mantenendo l’equilibrio. Non è facile cambiare abitudini, ma più collaboreremo e prima sconfiggeremo il virus. Tornando a godere delle gioie della vita di cui oggi dobbiamo privarci», rileva il sindaco, tradotto nel messaggio video su facebook anche nel linguaggio dei segni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>