Iniziative dell’Anpi per il 25 aprile: su Facebook le interviste a 9 partigiani della provincia e flashmob dai balconi

di 

21 aprile 2020

PESARO – Un 25 aprile diverso per le restrizioni legate all’emergenza Covid 19, ma che l’Anpi provinciale (Associazione nazionale partigiani d’Italia), guidata da Paolo Pagnoni, ha voluto arricchire ancor più di contenuti. L’XI edizione del format “Una mattina mi son svegliato”, patrocinato dalla Provincia di Pesaro e Urbino, proporrà infatti interviste inedite a 9 partigiane e partigiani del territorio provinciale, che verranno pubblicate il 23, 24, 25 e 26 aprile sulle pagine Facebook e instagram Anpi provinciale Pesaro Urbino (due video interviste al giorno alle ore 10 e alle 12), realizzate dal giornalista filmaker dell’Ufficio stampa della Provincia Filippo Biagianti nell’ambito del progetto “Noi, partigiani” promosso dall’Anpi nazionale e coordinato dai giornalisti Gad Lerner e Laura Gnocchi.

Maffeo Marinelli

Maffeo Marinelli

Si tratta dei partigiani Amato Antonelli, Gianni Donati, Costanzo (Tino) Fagioli (scomparso nel 2016), Anellino Manocchi (recentemente scomparso), Maffeo Marinelli, Antonio Morena, Aurelio Paolini, Maria Rabbini, Federica Salvatori. Altra iniziativa, per il pomeriggio del 25 aprile, alle ore 15, è il flash mob #bellaciaoinognicasa, con esposizione del tricolore da finestre e balconi ed intonazione di ‘Bella ciao’, promosso dall’Anpi nazionale, a cui aderisce anche il comitato provinciale.

“In questo 75esimo anniversario della Liberazione – evidenzia Paolo Pagnoni – non potremo purtroppo svolgere le consuete iniziative, ma parleremo con le voci di alcuni dei partigiani e delle partigiane del territorio che hanno lottato per la democrazia e la libertà lasciandoci una splendida Costituzione. Il progetto nazionale ‘Noi, partigiani’ prevede la realizzazione di un archivio pubblico con interviste video agli ultimi partigiani viventi, per creare un memoriale vivo e condiviso, uno strumento di conoscenza storica e democratica per le nuove generazioni. Una grande operazione culturale sulla Resistenza e sui valori imprescindibili di libertà, umanità e giustizia”.

Maria Rabbini

Maria Rabbini

“Il territorio provinciale – sottolinea il presidente della Provincia di Pesaro e Urbino Giuseppe Paolini – ha avuto un ruolo importante nella lotta al nazifascismo ed il racconto diretto dei partigiani è una testimonianza preziosa, che va diffusa in particolare tra i giovani per far capire che la libertà e la democrazia che oggi vivono sono stati pagati a caro prezzo. La Resistenza che leggono nei libri di storia è stata fatta da giovani uomini e giovani donne, che hanno lottato per tutti noi, animati da grandi ideali e valori. Bisogna mantenere sempre alta la guardia, per questo la Provincia ha collaborato a questo importante archivio nazionale e collaborerà a tutte quelle iniziative volte a mantenere viva la memoria”.

“Le interviste, realizzate in collaborazione con Paolo Pagnoni e Milena Rossi dell’Anpi provinciale – spiega Filippo Biagianti – sono una piccola parte delle quasi 10 ore di testimonianze raccolte. Il materiale verrà inviato per intero all’Anpi nazionale e sarà incluso nell’archivio pubblico del progetto ‘Noi Partigiani’. Sulla base delle interviste, che saranno pubblicate dal 27 aprile anche sul canale You Tube della Provincia, verrà poi realizzato un documentario di circa 60 minuti, da utilizzare per proiezioni nelle scuole o durante eventi pubblici dedicati alla storia della Resistenza nella nostra provincia”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>