Al Cantiere Rossini procede la costruzione dei capannoni con tecnologie di nuovissima generazione. Saranno destinati a maxi-yacht

di 

23 giugno 2020

PESARO – Dalla Lisa Group Srl del Cantiere Rossini riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa in merito all’avanzamento dei lavori dei capannoni nel porto di Pesaro:

“Il Cantiere Rossini sta costruendo due capannoni strabilianti. Lo scopo di questi edifici è di creare un ambiente climaticamente controllato dove poter lavorare su yacht di grandi dimensioni. Sono tantissime le ragioni per cui è necessario disporre di uno spazio al coperto per lavorare su un grande yacht.  Il primo motivo è quando lo yacht viene riverniciato e ciò avviene mediamente ogni cinque/sei anni di vita dello yacht.

Nell’industria del refitting di yacht questi due capannoni saranno le strutture più avanzate al mondo.
Saranno estremamente efficienti dal punto di vista energetico essendo completamente coibentati secondo uno standard molto elevato. Il sistema di riscaldamento, necessario per garantire la temperatura ottimale per la verniciatura anche durante i mesi invernali, utilizza l’acqua di mare come fonte geotermica. Ciò significa che il consumo complessivo di energia di questi capannoni è molto vicino allo zero.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Prima di iniziare a costruire i nuovi capannoni la proprietà del Cantiere Rossini ha considerato attentamente cosa sarebbe successo fra 150 anni al momento della inevitabile sostituzione o ricostruzione. A differenza della maggior parte degli edifici industriali, i materiali utilizzati in questi capannoni sono facili da smontare e riciclabili al 98%.

I principali materiali utilizzati sono: (a) legno di abete rosso proveniente da foreste ecosostenibili delle Alpi, (b) staffe metalliche in acciaio prodotte dalla ditta Soltech di Montelabbate, (c) una pelle esterna di alluminio. Ogni singolo pezzo dei capannoni è “custom made”

Le tecnologie utilizzate nella progettazione dei capannoni sono le più avanzate al mondo e interamente italiane. Alcune di queste tecnologie sono così nuove che questa è la prima occasione in cui vengono impiegate.

La struttura dei capannoni risponde alle più stringenti norme antisismiche. Inoltre, contrariamente a quanto comunemente creduto, l’impiego del legno la rende anche molto resistente al fuoco.

Il design esterno presenta linee curve su tutti i lati tranne le porte di ingresso. L’ispirazione deriva dall’immagine di due barche rovesciate affiancate. I colori utilizzati all’esterno dei capannoni saranno l’azzurro e il bianco che si fondono con il mare Adriatico e il nostro bellissimo cielo estivo”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>