Marco Sanchioni nuovo direttore sportivo della MobilityPro Pesaro Rugby

di 

29 giugno 2020

Marco Sanchioni

Marco Sanchioni

PESARO – E’ Marco Sanchioni il nuovo direttore sportivo della MobilityPro Pesaro Rugby. Il club pesarese scommette su un giovane di casa per uno dei ruoli cardini all’interno della società, come spiega il presidente Simone Mattioli: “Andiamo incontro a un anno particolare a causa dell’emergenza legata al Coronavirus e ancora non sappiamo quando e se inizieranno i nostri campionati. Per questo ci è sembrato il momento giusto per iniziare un nuovo cammino, puntando su uno dei ragazzi del nucleo dei giocatori più anziani per investirlo di un compito e di un ruolo che dovrà imparare a conoscere passo dopo passo. Abbiamo pensato a Marco perché da tempo aveva manifestato la disponibilità e la volontà ad impegnarsi in un ruolo dirigenziale e ci è sembrato potesse essere questo il momento giusto. Marco ha soli 35 anni, ma tanto rugby giocato alle spalle, dalle giovanili, alla serie C alla A, con una interessante esperienza lo scorso anno a Jesi dove ha potuto toccare con mano un’altra bella realtà marchigiana, comprendendo le difficoltà di tutti i club. Un grande ringraziamento ad Angela Pisegna, che la scorsa stagione ha ricoperto il ruolo non semplice di Diesse e che mi auguro possa rimanere a dare una mano alla società”.

Una Pesaro Rugby che quindi riparte da un pesarese che ha sangue giallorosso nelle sue vene e che proprio per questo non ha esitato un attimo quando gli è stata avanzata la proposta. “Come potevo dire di no? – afferma Sanchioni – Ormai come giocatore ho fatto il mio e non ero sicuro di avere gli stessi stimoli nel continuare ad andare in campo. Così in questo momento difficile a causa della pandemia, con una società che deve allargare la base di persone che aiutano e possono dare una mano per far crescere ancora il club, mi son sentito in dovere di dare il mio contributo. Un ruolo che vado a ricoprire senza presunzione, con la ferma volontà di farmi aiutare da chi mi ha preceduto e con grande voglia di imparare. Ci tengo a ringraziare Nicola Mazzucato che in questi ultimi anni mi ha fatto comprendere ancora meglio il valore del fare squadra e di mettersi a disposizione del gruppo”. Come immagini il tuo ruolo? “Voglio dialogare quanto più possibile con tutti per cercare la maggiore collaborazione, non solo all’interno del rugby pesarese, ma di tutta la regione. Pur non sapendo se e quando la stagione ripartirà, la volontà è di ragionare come se tutto ripartirà normalmente in ottobre, con la certezza di voler puntare sui ragazzi del nostro vivaio nei confronti dei quali ho grande fiducia, e su quei ragazzi che ormai sono pesaresi d’adozione. A livello giovanile dovremo fare di tutto per allargare la base dei praticanti, facendo crescere i numeri”.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>