Riaperto il Museo Officine Benelli. Ingresso gratuito per il mese di luglio

di 

4 luglio 2020

 

museo officine benelliPESARO – Riapre con importanti novità e con ingresso gratuito per tutti i visitatori per il mese di luglio, il Museo delle Officine Benelli di Pesaro, chiuso per quattro mesi a causa dell’emergenza Coronavirus. In occasione della riapertura che si è tenuta questa mattina, sono state presentate le attività messe in campo per implementare ed arricchire il percorso museale: all’interno delle quattro sale sono stati infatti installati dei totem multimediali dove i visitatori potranno da oggi consultare materiale informativo inedito, come fotografie e documenti dell’epoca, ma anche nuovi video relativi ai modelli Benelli e Motobì presenti al museo. E’ stata inoltre ampliata con nuovi esemplari la splendida collezione di motociclette che ora conta circa 200 veicoli, ma anche la biblioteca, dove è possibile trovare tutti i numeri della rivista Motociclismo dagli anni ’50 ad oggi.

“Finalmente si torna in sella – annuncia il segretario del Registro Storico Benelli, Paolo Marchinelli –. Non vedevamo l’ora di poter riaprire le porte del Museo, anche se in questi mesi abbiamo continuato a lavorare per arricchire il percorso museale e ampliare la nostra collezione. Vorrei ringraziare tutti i nostri soci e tutti coloro che hanno reso possibile tutto questo”.

Ad intervenire anche il consigliere regionale Andrea Biancani: “Nell’ambito del progetto della Terra dei Piloti e dei Motori – spiega – la Regione Marche ha lavorato per valorizzare il patrimonio motoristico e culturale del nostro territorio, dove il Museo Benelli ha senz’altro un ruolo importante. In fase di bilancio abbiamo infatti stanziato un contributo a favore del museo di circa 20mila euro, che è stato utilizzato in parte per l’installazione dei monitor all’interno delle sale e per la realizzazione dei contenuti multimediali, mentre in parte è stato dedicato ai lavori di messa in sicurezza dello stabile. Grazie al progetto della Terra dei Piloti e Motori vogliamo infatti valorizzare la nostra tradizione e la nostra storia ma anche le bellezze e le specificità del nostro territorio, promuovendo il mototurismo”.

museo BenelliIl sindaco Matteo Ricci ha commentato: «Grazie al Museo per quello che ha fatto negli anni, ma anche per questa ripartenza. Abbiamo bisogno di segnali di rinascita. La riapertura del Museo dopo il lockdown consente a chi viene da fuori di ammirare una delle eccellenze del territorio. Ma è anche un segnale di speranza. Nei mesi scorsi abbiamo sofferto tanto e c’è stato grande dolore. Adesso che le cose vanno bene – e speriamo si mantengano così – dobbiamo gradualmente rimettere ‘in moto’ la città. In verità serve una bella ‘sgasata’  perché i problemi sono tanti, specie sul fronte socioeconomico. Ci aspettano mesi difficili e un po’ alla volta dobbiamo risalire la china. Per questo il messaggio che viene dal Museo è importante e parte da una grande storia»

In occasione della riapertura è stato presentato il progetto nato dalla collaborazione tra il Registro Storico Benelli e il liceo artistico F. Mengaroni di Pesaro. Si tratta della ideazione di un modello plastico in scala 1:200 dei 33 mila metri quadrati dei locali delle ex Officine Benelli di Viale Mameli, realizzato nell’ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro della classe 5° A (a.s. 2018-2019) indirizzo architettura e ambiente, sotto la guida dei professori Giuliano Panaroni e Roberto Vanni e della dirigente dell’istituto, Serena Perugini.

Oggi e domani inoltre, si tiene a Pesaro il “Motoraduno del Mare”, iniziativa inserita nel calendario motoraduni nazionali validi come selettive del Campionato Italiano Turismo FMI e organizzato dal Moto Club Tonino Benelli

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>