Il Grande Fratello “veglia” su Pesaro: riunione in Prefettura per implementare il sistema di videosorveglianza

di 

30 luglio 2020

telecamera sicurezza sorveglianza telecamere di sicurezzaPESARO – Si è tenuta, nella mattinata di oggi e su iniziativa della Prefettura di Pesaro e Urbino, una riunione in videoconferenza dedicata al tema dell’implementazione del sistema di videosorveglianza sul territorio del Comune di Pesaro.

L’incontro, presieduto dal prefetto di Pesaro e Urbino Vittorio Lapolla, si inserisce nel quadro delle iniziative previste dal “Patto per la sicurezza urbana per la città di Pesaro”, stipulato il 23 luglio scorso tra Prefettura, Regione Marche, Comune di Pesaro e Unione Pian del Bruscolo alla presenza del viceministro dell’Interno Matteo Mauri, e finalizzato ad assicurare l’attuazione di condivise strategie e mirati interventi per il miglioramento del decoro urbano, della vivibilità del territorio e dei livelli di sicurezza percepita dalla comunità.

La riunione ha visto la partecipazione degli enti territoriali coinvolti nel Patto per la sicurezza urbana, delle forze di Polizia, della camera di Commercio e delle associazioni di categoria operanti nella provincia, per un rapporto di collaborazione ai fini della creazione di una efficiente rete di videosorveglianza.

“Esprimo il mio compiacimento – evidenzia il Prefetto Lapolla – per i primi fruttuosi esiti del confronto, con l’intenzione di procedere in tempi rapidi alla individuazione delle concrete modalità operative con cui dare attuazione alle previsioni del Patto per la sicurezza urbana di Pesaro, e nell’auspicio di estendere tale modulo di cooperazione interistituzionale anche nelle altre realtà territoriali della provincia valutando anche il coinvolgimento del settore della vigilanza privata”.

I vertici provinciali delle Forze di Polizia hanno sottolineato l’importanza di fare “corpo unico” fra le Istituzioni dello Stato e quelle locali e le Associazioni di categoria, al fine di migliorare la sicurezza attraverso sistemi tecnologici di ultima generazione, hanno evidenziato il questore Todisco, il comandante dell’Arma dei carabinieri colonnello Ricciardi e il capitano Piccolo della Guardia di Finanza.

Per il Comune di Pesaro l’assessore Pozzi ha rimarcato che l’amministrazione comunale ritiene fondamentale e positivo il coinvolgimento delle associazioni di categoria e dei privati in questo importante progetto, volto a garantire la sicurezza di tutti. “L’obiettivo – prosegue l’assessore – è proteggere proprietà private attraverso il controllo degli spazi pubblici. Al centro, dunque, c’è un bene comune”.

Al termine dell’incontro il vicepresidente della Camera di commercio Unica della Marche, Salvatore Giordano, ha espresso apprezzamento per l’impegno delle Istituzioni a difesa della sicurezza al fine di garantire la migliore convivenza della nostra Comunità. “Ho molto apprezzato l’impegno di tutto il sistema associativo che in modo unanime si dichiara pronto a collaborare con le Istituzione per implementare le indispensabili attività di videosorveglianza. La Camera Unica è sempre pronta a fare la sua parte per sostenere progetti comuni che rafforzino il sistema di sicurezza per i cittadini e per le imprese”.

Alla riunione per Confindustria Marche Nord era presente il presidente Papalini: “Il tema della sicurezza nel nostro territorio è sempre stato fra le nostre priorità: concretamente lanceremo la campagna “Adotta una telecamera” con la quale sensibilizzeremo ulteriormente le nostre aziende a rendersi disponibili all’installazione e manutenzione di telecamere collegate con le forze dell’Ordine per il controllo della propria impresa e delle zone circostanti”.

“Aderiamo con entusiasmo all’iniziativa – ha riferito Marchetti di Confapi – insieme alle altre associazioni di categoria, perché riteniamo che l’implementazione dei sistemi di videosorveglianza urbana possa aumentare la cornice di sicurezza complessiva del territorio e quindi anche degli operatori economici della provincia”.

“Confcommercio guarda con particolare favore al progetto in via di predisposizione”, commenta il Segretario cittadino dell’Associazione Ippaso, “ Le telecamere avranno il compito di rendere più serena la collettività e tutti i soggetti economici della società tramutando la sicurezza da percepita, troppo soggettiva e mutevole, in reale e duratura”.

“La nostra associazione – ricorda Licurgo della Confesercenti – è da sempre a fianco delle istituzioni contro la criminalità ed è felice di partecipare al progetto promosso, aderendo con convinzione al tavolo di lavoro istituito. Porteremo la nostra esperienza e il coinvolgimento dei nostri associati per la sicurezza della comunità tutta”.

Secondo Bianchini della Cna, “la miglior risposta sta proprio nell’unione di intenti di tutti i soggetti della comunità, per affrontare un tema molto sensibile, anche al mondo economico, al fine di prevenire azioni criminali e fenomeni che possano lacerare ulteriormente la nostra realtà,resa ancor più fragile dall’emergenza Covid-19”.

Per Confartigianato Imprese, il dottor Bocchino sottolinea l’importanza di un rafforzamento e di un potenziamento degli impianti e della loro visibilità, anche attraverso le risorse che potranno essere messe a disposizione degli enti territoriali.

Il dottor Tonucci, per Claai, evidenzia che l’iniziativa è assolutamente condivisa, ribadendo l’importanza del sostegno finanziario alla realizzazione delle reti che potrà derivare dal settore pubblico.

Il dottor Santi della Confederazione Italiana Agricoltori e il dottor De Cesare della Coldiretti hanno assicurato “Piena disponibilità a collaborare per il progetto auspicando una implementazione della videosorveglianza a tutto il territorio provinciale anche a beneficio delle zone più isolate”.

“Anche la nostra associazione sostiene l’iniziativa – spiega Darpetti di Confcooperative Marche – e siamo disposti con il nostro sistema associativo a fare completamente la nostra parte”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>