Vuelle, ecco Tyler Cain: il commento all’arrivo alla Carpegna Prosciutto del centro americano. Vicino Justin Robinson

di 

1 agosto 2020

Tyler Cain (screenshot tratto dalla pagina Fb della Victoria Libertas)

Tyler Cain (screenshot tratto dalla pagina Fb della Victoria Libertas)

PESARO – La Carpegna Prosciutto Basket Pesaro comunica l’ingaggio del centro di 205 centimetri Tyler Cain. Nato il 30/06/1988 a Rochester (Minnesota), inizia la sua carriera giovanile nel 2002 con la maglia di John Marshall High School con cui resta fino al 2006 prima di passare all’S.D. Coyotes. Nel 2010 approda in Lettonia con il VEF Riga, formazione con cui milita per due stagioni. Nel 2012/2013 resta nella capitale baltica difendendo i colori del Barons Riga.

La stagione successiva arriva in Italia dove scende in campo con la Fulgor Libertas Forlì. Nel 2014/2015 inizia la sua esperienza triennale nel campionato francese: prima con il Pau – Lacq – Orthez, poi con la maglia del Digione e infine con i colori di Chalon – Reims. Per il 2017/2018 torna in Italia dove per due anni fa parte del roster della Pallacanestro Varese prima di approdare alla Leonessa Brescia con cui ha disputato l’ultima stagione conclusa in anticipo.

IL COMMENTO

Settima pedina sullo scacchiere della nuova Vuelle di coach Repesa. La Carpegna Prosciutto infatti, ha tesserato Tyler Cain, pivot 32enne americano, che nella sua lunga carriera si è fatto valere in diverse leghe europee, soprattutto in Italia, dove aveva debuttato nel 2013 a Forlì, per poi tornare dalle nostre parti, quattro anni più tardi a Varese, dove è rimasto per due stagioni sotto la guida di coach Caja, mentre nella scorsa giocava a Brescia, viaggiando a 10 punti e 7 rimbalzi di media.

E la trattativa con la Germani Basket è stata una delle più lunghe e complicate degli ultimi anni, tanto che ad un certo punto l’affare sembrava sfumasse, ma un ulteriore sforzo economico compiuto dalla dirigenza biancorossa ha sbloccato una situazione che si era arenata, e che ha incrinato i rapporti tra le due società, ma alla fine, si è deciso di accontentare coach Repesa, che non ha mai nascosto il suo apprezzamento per il giocatore, che considera il secondo vertice del famoso triangolo.

Il primo, si spera, dovrebbe essere Massenat, sul terzo le cose si sono un po’ complicate, con diversi scenari all’orizzonte: il primo è affidarsi ad un playmaker americano, di cui sono già circolati diversi nomi, ma è Justin Robinson – ex Chalon – quello che sembra aver vinto la concorrenza, avendo tutte le caratteristiche chieste da Repesa: tra i 25 e i 30 anni, con esperienza europea, comprese partecipazioni alle Coppe, e con una spiccata attitudine a far canestro e a distribuire assist, insomma uno che dovrebbe veramente fare la differenza.

Ma è ritornata in auge anche l’ipotesi dell’italiano da quintetto, visto che Ariel Filloy, dopo aver trascorso il mese di luglio senza aver ricevuto una vera offerta, ha abbassato le sue pretese economiche, anche se ancora siamo lontani 30-40mila euro tra domanda ed offerta, ma in casa Vuelle non dispiacerebbe tornare all’idea originaria, quella di affidare uno spot da titolare ad un giocatore nostrano, con la casella del quinto straniero, che verrebbe occupata da un’ala pivot giovane proveniente dalla G-League, con spiccate doti atletiche, che coprirebbe le spalle sia a Cain, che a Filipovity, mentre a coprire le spalle a Filloy, con Baldasso che rimarrà a Roma, ci sarebbe il giovane Lorenzo Calbini.

Ma ci sarebbe spazio anche per una terzi ipotesi, quella che prevede Robinson titolare, e il ritorno di Marco Cusin sotto i tabelloni, a dare manforte a Cain, con Calbini come decimo e Basso undicesimo.

Che tipo di giocatore è Tyler Cain?

E’ il centro che ogni allenatore vorrebbe avere, non perché sia un crack, o un fenomeno, ma perché ha tutte le qualità che un coach cerca in quel ruolo. Non è un atleta super, uno di quelli che viaggia mezzo metro sopra il ferro, ma sa far canestro in parecchi modi (66% da 2), percentuale che lo scorso anno gli ha permesso di finire secondo nella classifica di specialità, non solo schiacciando (appena 11 su 94 canestri fatti), ma con una grande varietà di movimenti, un uso del piede perno da secolo scorso (e non è una cosa negativa), e un discreto tiro dai tre metri, non più lontano, perché, per fortuna, non è uno di quei centri a cui piace tirare da tre.

Non è altissimo (204 centimetri), non è un grande stoppatore, ma in difesa fa valere tutta la sua stazza, non si tira mai indietro nei contatti, e ha la necessaria conoscenza del gioco, per non perdere mai di vista il suo avversario diretto, qualità che gli permette di farsi valere anche nella lotta a rimbalzo, dove un innato senso di posizione gli consente di arrivare mezzo secondo prima degli altri, tra l’altro, non è particolarmente falloso – nessuna uscita per cinque falli in 21 partite – e sa rendersi utile anche nel gioco senza palla, con blocchi portati ad arte, che gli consentono di chiudere agevolmente il pick and roll coi compagni.

In cima alla colonna dei difetti va inserita certamente la percentuale dalla lunetta, che difficilmente ha superato il 50% in carriera, con alcuni liberi che nascono storti appena escono dalle sue mani, ma a Pesaro ne abbiamo visti tanti di pessimi tiratori dalla linea della carità, e Cain andrà a far compagnia ad una lunga lista che lo ha preceduto in maglia Vuelle.

Anche Cain fa parte della scuola di pensiero “repesiana”, uno di quei giocatori tutta sostanza e pochi fronzoli, uno che non si tira mai indietro e che sa aspettare il suo turno, senza mai pretendere di essere una primadonna, ma che sa rendersi utile in ogni aspetto del gioco, a 32 anni è nel pieno della maturità, questa sarà la sua quarta stagione consecutiva in Italia, e nelle tre precedenti, ha sempre tenuto una media vicina ai 10 punti e 8 rimbalzi, senza grandi picchi magari, ma senza nemmeno partite incolori.

CARPEGNA PROSCIUTTO BASKET PESARO

TITOLARI    PANCHINA

PLAYMAKER    xxxxxx    xxxxxxx

GUARDIA    MASSENAT    TAMBONE

ALA PICCOLA    DRELL    DELFINO

ALA GRANDE    FILIPOVITY    ZANOTTI

CENTRO    CAIN    xxxxxxx

COACH JASMIN REPESA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>