In viaggio con i Balusch, un vero piacere

di 

7 gennaio 2012

Balusch

PESARO – La bellezza dello sport è un viaggio in pullman con i Balusch. Pesaro-Piacenza e ritorno per seguire la trasferta della Scavolini Volley, per vedere l’ennesima sconfitta: le colibrì hanno perso sempre lontano da casa. Ko a Modena, Parma, Novara, Villa Cortese, Conegliano e Piacenza. Eppure, i tifosi sono tranquilli, sereni, apprezzano l’impegno delle ragazze in biancorosso, ma sanno riconoscere la bravura delle avversarie. Non c’è astio. Solo affetto. Viaggiando con loro sembra di essere in una camera iperbarica rigenerante.

Al ritorno, sosta al Pavesi di Fiorenzuola, meta preferita – obbligata – durante le trasferte al nord. Si rifocillano i tifosi, cena anche la squadra, sopraggiunta nel frattempo. Poi di nuovo in viaggio, trascorrendo il tempo cantando, inventando nuovi cori per le beniamine, in particolare per Alexandra Klineman, l’americana che deve mettere giù la palla. Un piacere ascoltare il loro entusiasmo, la loro passione, il racconto dell’amicizia con i tifosi della Spes Conegliano, arrivati in otto a bordo di un Mercedes e pronti ad altre trasferte per unirsi ai Balusch, che li attendono a Pesaro per un pranzo insieme. Cose da volley, cose da applausi!

l.m.

Un commento to “In viaggio con i Balusch, un vero piacere”

  1. Mauro Filippini scrive:

    ……è tutto vero…c’ero anch’io….

Rispondi a Mauro Filippini Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>