Laura Saccomani sorprende la Robur

di 

5 dicembre 2012

PESARO – Laura non c’è… Quante volte l’abbiamo detto, facendo il verso a Nek.

Mai vista una Laura così scatenata (Foto Rubin per Lega Pallavolo Serie A Femminile)

Mai vista una Laura così scatenata (foto Rubin per Lega Pallavolo Serie A Femminile)

Laura non c’è, è andata via… Dopo tre stagioni alla Robur Pesaro, è passata all’Icos Crema. Ma – contrario di quanto canta Nek, “Laura non è più cosa mia” – Lally, come la chiamano affettuosamente i tifosi pesaresi, è ancora della Robur. Che forse sta osservando, sorpresa, le prestazione della giovane capitolina nata per caso a Milano. Giovane, sì, perché Laura Saccomani ha festeggiato ventun’anni lo scorso 8 ottobre.

Arrivata a Pesaro come una delle più grandi promesse della pallavolo italiana, nelle tre stagioni pesaresi, in particolare nell’ultima, non ha saputo confermare le attese. Sembrava svogliata, addirittura disinteressata a quanto accadeva sul taraflex. E dire che poteva contare sulle lezioni del Professor Pedullà, che in lei aveva dimostrato di credere fin da quando l’avrebbe voluta con sé a Novara. Niente, anzi meno di niente. Con i dirigenti smarriti davanti alla sua mancata crescita, soprattutto in ricezione. Con lei in campo, le squadre avversarie partivano in vantaggio. Se non era servizio vincente, era comunque una palla che obbligava Francesca Ferretti a correre da una parte all’altra del campo. Così si era arrivati alla decisione che Laura sarebbe stata ceduta in prestito. La voleva Giaveno, lei stessa era ai saluti, ma la trattativa invernale s’interruppe. Fu un errore, per lei e per la Robur. Giocare senza pressione – che però qui nessuno le metteva – sarebbe stato utile a farla crescere.

Laura è andata via la scorsa estate, in prestito alla matricola Icos Crema, dove ha iniziato in sordina, addirittura da spettatrice, come in tante, troppe partite in maglia Scavolini. Domenica, però, è stata grandissima protagonista, migliore muro della settima giornate. Ne ha messi giù 7, contro quella Banca Reale Yoyogurt Giaveno che la voleva la scorsa stagione. Ha vinto Crema, che guarda, anche grazie a Laura, dall’alto (10 punti) in basso (7) la Kgs Robur, che magari adesso ha qualche rimorso per averla ceduta a Crema. E magari anche i tifosi la rimpiangono, dopo avere vista la foto che la mostra così grintosa. Mai vista così. Che le facesse male l’aria di Pesaro? Lo verificheremo mercoledì 26 dicembre, alle ore 18, quando al PalaCampanara, nell’undicesima e ultima giornata di andata, sarà di scena l’Icos Crema.

Adesso, però, i Balusch pensano alla prossima partita: in occasione della trasferta di domenica a Bologna, contro l’Idea Volley 2002 ultima in classifica, organizzano un pullman. Per informazioni sul programma di viaggio e sui costi contattare Luigia Mazzanti: 338.1167644.

Un commento to “Laura Saccomani sorprende la Robur”

  1. babbi pier giuseppe scrive:

    La Robur non è affatto sorpresa dalle prestazioni di Laura Saccomani, specialmente da parte del sottoscritto, che ha sempre creduto e sempre crede nelle qualità della giocatrice. Sono state dette e scritte tante inesattezze sul conto di questa giocatrice da parte di moltissime persone, sia fra gli addetti ai lavori che fra i tifosi. Io spero vivamente che questa atleta riesca a trovare lontana da Pesaro tantissime soddisfazioni per la sua carriera futura.
    Pier Giuseppe Babbi

Rispondi a babbi pier giuseppe Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>