Marchetti: “Io, figlio di operai, candidato al Parlamento”

di 

18 dicembre 2012

PESARO – Dopo giorni e giorni di rumors adesso è ufficiale: Marco Marchetti correrà da parlamentare. Il segretario provinciale del Partito democratico ha sciolto le ultime riserve ieri mattina, commentando la scelta di prender parte alle primarie.

Marco Marchetti

Marco Marchetti (foto Marco Giardini)

“Accetto la candidatura a correre per queste primarie come segnale di riconoscenza verso le tante persone che me lo hanno chiesto – ha detto Marco Marchetti a Radio città – Rispondere positivamente al loro entusiasmo mi sembra corretto. Penso di poter rappresentare un territorio che amo e per cui lavoro da 10 anni, con grande attenzione alle sue città, alle sue bellezze ma soprattutto all’entroterra che ha bisogno di una forte rappresentanza”.

“Se non ci fossero state le primarie non mi sarei mai candidato – ha continuato – Mai avrei accettato di essere inserito in una lista di nominati. Comunque vada, la mia esperienza di segretario provinciale del Pd di Pesaro e Urbino finisce qua. Grazie a tutti coloro che mi sono stati a fianco, grazie a un partito che dà la possibilità a un ragazzo che proviene da un piccolo paese come Serrungarina, nipote di contadini e figlio di operai, di correre per una carica importante dello Stato come il Parlamento”.

L’ultimo pensiero all’amico Massimo Vannucci, morto qualche tempo fa. “La sua scomparsa ha creato un vuoto che spero di riuscire a colmare”.

2 Commenti to “Marchetti: “Io, figlio di operai, candidato al Parlamento””

  1. gastone scrive:

    Bravo Marco. In bocca al lupo. Gastonw

Rispondi a gastone Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>