Valentino Rossi dice no al Sic Supermoto Day. A Latina salta la sfida con Biaggi e Dovizioso. “Yamaha non ha una moto pronta”. Una scusa?

di 

26 novembre 2013

Sic Supermoto dayLATINA – I volantini sono già stampati, la città è ricoperta da locandine e striscioni che annunciano il grande evento. Sabato 30 e domenica 1 dicembre, a Latina, va in scena la seconda edizione del Sic Supermoto Day la manifestazione nata per celebrare il mito di Marco Simoncelli in un clima di festa e di aperto confronto e il cui ricavato andrà alla Fondazione che porta il suo nome. Due giorni in compagnia dei nomi che fanno e hanno fatto la storia del motociclismo. Tutto bello, tutto magnifico, evviva.

Peccato che, come un fulmine a ciel sereno, sia arrivata ieri la notizia che con molto probabilità (anzi, per alcuni siti la notizia è data per sicura al 100%) Valentino Rossi non sarà presente, nonostante il suo nome compaia accanto a quello dei vari Biaggi, Dovizioso (vincitore dello scorso anno in coppia con l’attuale campione del mondo Supermotard, il finlandese Mauno Hermunen)  Melandri, Fenati, Corser, Bostrom, Pasini, Lazzarini Chareyre e tantissimi altri.

Fin qui tutto normale. Ci può stare la notizia che un mito come Valentino Rossi debba dichiarare forfait anche se si tratta di onorare un amico come il Sic con il quale si è trascorsa una vita (ahimè troppo breve) dentro e fuori i circuiti.

Ciò che invece lascia interdetti è la motivazione che ha fornito Valentino per dire di no alla manifestazione: “Purtroppo, al 99% non potrò esserci  ha detto -.  Il problema riguarda la moto. Yamaha non riesce a fornirmene una in tempo per la gara e, per motivi contrattuali, non posso correre con altri marchi“.

Valentino Rossi

Valentino Rossi

Ciò che ci ha fatto saltare sulla sedia dallo stupore è che la Yamaha non sia stata in grado di fornire a Valentino una moto in tempo per una manifestazione già in calendario da tempo. La cosa mi ricorda tanto quanto avvenne una decina di anni fa nella mia Torino. Si era in dicembre inoltrato, quasi sotto le feste di Natale. Improvvisamente, in una notte, caddero una ventina di centimetri di neve, il traffico rimase paralizzato, non si circolava più sia in auto che in treno, le gambe rotte causa le strade ghiacciate si contavano a decine. Cosa disse il Comune allora? “Chiediamo scusa alla popolazione, ma siamo stati presi alla sprovvista”. A dicembre?!?

Ecco, proprio perché non ci sentiamo degli invorniti (termine bonario che se non sbaglio dalla Romagna in giù  vuol dire essere un po’ tonti, poco svegli) non crediamo assolutamente che un colosso d’azienda come la Yamaha si sia fatta prendere alla sprovvista. Per preparare una moto da supermotard, probabilmente basta una mezza giornata di lavoro dopo averla prelevata dal concessionario sotto casa. Ragion per cui la scusa non tiene molto, anche perché da Latina i motard locali ci hanno fatto sapere che due Yamaha erano belle e pronte per il Dottore.

E allora cosa po’ essere successo? Qui si va nel campo delle congetture, ma facendo lavorare le “cellule grigie” come diceva il celebre investigatore belga Hercule Poirot, frutto della penna di Agatha Christie, pensiamo che siano solo due le strade da percorrere. La prima, che scartiamo a priori, è che Valentino sia semplicemente stanco e non abbia voglia di rimettersi a lottare sulla pista di casa tanto cara a Max Biaggi e dove lui arrivò terzo lo scorso anno.

La seconda (e più percorribile) è che Valentino, volendo correre in coppia con il francese Chareyre, che usa moto TM “made in Pesaro”, tanto per capirci, si sia semplicemente dimenticato di avvertire Yamaha della sua volontà di correre con TM pure lui. Ricevuto un bel diniego dai giapponesi (la TM nel suo piccolo fa ottime moto e un certo “disturbo commerciale” lo procura lo stesso ai giapponesi), Valentino deve essersi arrabbiato un bel po’, arrivando quindi alla decisione di non correre a Latina.

Sia come sia, rimane il fatto che la manifestazione mancherà di un protagonista. E questo oltre a provocare un danno d’immagine agli incolpevoli organizzatori (la prevendita comunque continua e si prevede che potrà raggiungere più o meno gli stessi risultati della scorsa edizione), ne provocherà un altro allo stesso Valentino, al quale sempre più spesso i tifosi (leggete i commenti al veleno sui siti on line) rimproverano cadute di stile non proprio in linea con il personaggio.

Rossi e Sic

Rossi e Sic

Noi, per parte nostra, lanciamo un appello, nella speranza che venga raccolto dal campione: non correrà? Pazienza, ce ne faremo una ragione. Ma almeno si presenti alla manifestazione, vada in pista, saluti i colleghi, il pubblico, si sieda in tribuna e si goda lo spettacolo. Da lassù il Sic saprà apprezzare sicuramente!

 

 

7 Commenti to “Valentino Rossi dice no al Sic Supermoto Day. A Latina salta la sfida con Biaggi e Dovizioso. “Yamaha non ha una moto pronta”. Una scusa?”

  1. Pepe scrive:

    Brutta storia, che non mi piace. Valentino, ripensaci!

  2. Etta80 scrive:

    Ma possibile che non si impunti per riuscire a trovare un’alternativa?!? Insomma erano o non erano grandi amici?!?
    Che brutta figura…

  3. gigio scrive:

    Se davvero- e se lo scrivete non abbiamo dubbi- a Latina due Yamaha supermotard erano a disposizione … non ho parole.

  4. sergio scrive:

    so che quello che sto per dire non piacerà molto.
    Credo che sia il momento di lasciare riposare in pace il SIC.
    Basta speculare Sic. ogni mese troviamo un iniziativa Marchiata Sic Basta tanto la metà della gente che lo loda forse avrà visto solo le ultime gare in gp.
    carte di credito marchiate sic.. Baste sie è Scado nello squallido vorse Vale vuole solo ricordarsene in pace Del SUO AMICO SIC . come facciamo noi con le persone care che non ci sono PIU..

    • SMANETTONE scrive:

      Un piccolo appunto a Sergio: non mi riusulta che quakcuno speculi sul Sic, c’è una Fondazione a suo nome che raccoglie fondi per fare del bene e ne ha fatto tanto, la manifestazione di domenica è stata organizzata come quella dello scorso anno a fin di bene e chi vi partecipa, i piloti lo fa a gratis. Rispetto le tue opinioni Sergio ma in queste manifestazioni non c’è squallore, c’è solo tanto amore per un pilota che ci ha lasciato troppo presto ciao di nuovo.

  5. Daniele scrive:

    L’ho già scritto da altre parti”il Sic per lui avrebbe corso anche in bicicletta” o quantomeno si sarebbe presentato,bruttissima figura questa ,massima delusione

  6. Massimo Alberti scrive:

    caro Valentino
    ci sono due mondi , quello esterno e plateale di una ricorrenza triste che è gestita dal business e quella interiore che solo tu e Sic sapete. Nella vera amicizia è quella interiore che conta e anche Sic sa esattamente che sia che nel caso tu scenda in pista o che semplicemente ti siederai in tribuna o se non ci andrai proprio per nulla la vostra amicizia, quella vera, quella che nessuno tra di voi potrà mettere nemmeno il pensiero vi resterà dentro nei vostri cuori e nella vostra mente per sempre. Avete condiviso qualcosa di eccezionale nelle vostre vite e non è una manifestazione che può portarvela via. GO SIC E VALE !!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>