Ancora multe in zona mercato, punite le soste vietate, ma c’è chi protesta: “Non accade in tutta la città”. E anche la sicurezza diventa secondaria

di 

4 febbraio 2014

I vigili urbani multano - stamattina - le soste vietate in zona mercato

I vigili urbani multano – stamattina – le soste vietate in zona mercato

PESARO – Il martedì, multe. E’ un menu che la polizia municipale pesarese ha preparato da tempo per i “clienti” che il martedì vanno al mercato settimanale in zona San Decenzio e parcheggiano in divieto, spesso sulla pista ciclabile che collega Piazzale Carducci al mare, passando in Via La Marca.

 

Anche stamattina sono state diverse le automobili parcheggiate in divieto di sosta e puntuale è arrivata la cartolina ricordo firmata dai vigili urbani.

 

Le multe per divieto di sosta sono le più facili. Ovviamente, andare al mercato per risparmiare e ritrovarsi a pagare un sovrapprezzo salato non fa piacere. E’ vero, però, che basterebbe fare cento metri a piedi e non rischiare una multa.

O pagare 1 euro per la sosta in zona blu per evitare amare sorprese. Ma chi di noi ha voglia di fare cento metri a piedi? Vogliamo entrare nei negozi con l’auto. “Solo che i vigili urbani – ha commentato una cliente abituale del mercato settimanale – vedono solo le soste vietate in zona San Decenzio”.

Dubitiamo sia vero, ma crediamo che ci siamo altri esempi di pessimi parcheggi. Uno fra tutti lungo Via Solferino, davanti all’Ipercoop, come mostra una nostra foto, dove molti – che non vogliono fare 200 metri in più al volante – parcheggiano lungo la strada, ignorando la segnaletica che vieta la sosta.

 

 

C’è chi può e chi non può: chi ha un Suv può parcheggiare in zona vietata e contromano in Piazzale Matteotti

C’è chi può e chi non può: chi ha un Suv può parcheggiare in zona vietata e contromano in Piazzale Matteotti

E poi accade che i soliti prepotenti facciamo i comodi loro, come evidenziato da un’altra foto che mostra un parcheggio vietato raggiunto contromano in Piazzale Matteotti.

 

Lì, però, i vigili non c’erano.

 

 

E non ci sono mai dove la gente scambia una strada per un circuito stradale, calpestando il diritto alla sicurezza di pedoni e ciclisti. Che vogliamo farci, una città, un’amministrazione, un corpo di polizia municipale che si sono gli incivili che distruggevano i rilevatori di velocità (uno fra tutti in Via Lombroso) si preoccupano – lo hanno annunciato – di installare telecamere per controllare i venditori ambulanti che si trasformano in parcheggiatori abusivi, ma non sono stati capaci di installare una telecamere per identificare chi metteva fuori uso uno strumento che tutelava la sicurezza di tutti.

 

 

 

Una sosta vietata in Via Solferino, davanti all’Ipercoop, ignorata dai vigili urbani che transitano senza fermarsi

Una sosta vietata in Via Solferino, davanti all’Ipercoop, ignorata dai vigili urbani che transitano senza fermarsi

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>