Due coltellate al fratello durante una cena: terrore e sangue a Tavullia

di 

4 agosto 2014

TAVULLIA  – Caino e Abele dei tempi nostri. Il fratello è finito all’ospedale, lui è finito nei guai. Un uomo di 50 anni, disoccupato, è stato arrestato con l’accusa di aver accoltellato il fratello più giovane, ieri sera, a cena. E non con un coltello usato a tavola ma con una lama lunga ben 24 cm: due colpi vibrati, uno al petto e l’altro all’orecchio. Terrore e sangue: l’uomo è scappato, un amico ha chiamato i carabinieri che, in poco tempo, hanno rintracciato e fermato il fratello maggiore che oggi, per direttissima, ha patteggiato 10 mesi di reclusione per lesioni aggravate. Il fratello minore ha riportato 15 giorni di prognosi e un sostanzioso carico di paura. Era già accaduto: l’uomo era già stato condannato per lesioni dei confronti del fratello minore.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>