Distretto culturale evoluto, a Pesaro arriva il merchandising by Ittico Fondazione Pescheria

di 

6 agosto 2014

PESARO – Venerdì 8 agosto, alle ore 11.30, nello spazio Ittico (via Cavour 5/7) si presenta alla città il merchandising by Ittico Fondazione Pescheria.
Sviluppata in collaborazione con Zucca Design, la nuova produzione creativa si propone di ideare e realizzare oggetti da legare a eventi culturali e musei – per ora solo cittadini ma le potenzialità sono davvero ampie – pensati per promuovere le tante ”bellezze” del territorio, aiutare il pubblico a sperimentare un’esperienza “completa” di fruizione dell’arte, stimolare creatività e conoscenza. Si tratta di oggetti nati da giovani artisti e designer, fatti rigorosamente a mano, in alcuni casi veri e propri pezzi unici oppure a tiratura limitata; l’idea è quella di offrire una scelta di gadget d’autore a diversi prezzi destinati a turisti e visitatori ma anche idee regalo inedite e preziose per i residenti.

Il cuore

Il cuore

Il merchandising by Ittico nasce all’interno del progetto di Distretto Culturale Evoluto messo a punto dal Comune di Pesaro (“Pesaro Distretto di Eventi e festival”) e cofinanziato dalla Regione Marche, con l’obiettivo di dare forma ad un sistema integrato di servizi culturali attivi tutto l’anno proprio a partire dagli eventi. “E proprio il varo di questa produzione creativa – afferma Daniele Vimini, vicesindaco nonché assessore alla Bellezza del Comune -, dimostra concretamente come la cultura possa rappresentare il ‘seme buono’ da cui sviluppare impresa e reddito”.

Il momento del lancio dei nuovi prodotti non è casuale ma viene fatto in occasione dell’evento che più di ogni altro segna la stagione culturale pesarese: il Rossini Opera Festival, pronto a tagliare il nastro della XXXV edizione. E infatti il merchandising by Ittico nasce sicuramente sotto il segno di Rossini e sarà disponibile in vendita, oltre che nella sede di via Cavour 5/7, nei due luoghi più rossiniani della città – il teatro con il nuovo punto vendita e la casa natale del compositore – e ai Musei Civici di Palazzo Mosca; i bookshop di teatro Rossini, Casa Rossini e Palazzo Mosca sono gestiti da Sistema Museo, uno dei partner del DCE.

La progettazione della prima selezione di oggetti presentati ha potuto contare sulla collaborazione del Rossini Opera Festival e della Fondazione Rossini.

I produttori
KEI KEI STUDIO (Chiara Pierucci) produce taccuini, diari, cuori e kit per realizzare quaderni in tessuti originali. Ognuno può scegliere il tessuto e la fantasia che preferisce: minimale, floreale, geometrico, morbido o ruvido. Sono firmati KEI KEI i taccuini ricoperti con le stoffe dei costumi di scena del Rossini Opera Festival.

PEPPEENADIA (Giuseppe Tomasello e Nadia Falasconi) realizza idee e oggetti d’arte contemporanei per condividere passioni e raccontare un senso leggero delle cose. Come ”Bioflight”, un’idea capace di volare, un seme con le ali che, come la pala di un elicottero, produce un vortice capace di andare lontano e planare lentamente; o come “Buzz Buzz”, un’idea che ronza in testa. Il ronzatore appartiene alla famiglia degli “intonarumori”, l’orchestra futurista inventata da Luigi Russolo nel 1913; roteando lo strumento, la vibrazione del nastro teso tra i due cilindri produce un ronzìo simile a quello del calabrone. O ancora i “Facebook”, originali segnalibro con facce che si immergono nella lettura ispirandosi ogni volta a frammenti di testi di letteratura, arte o musica: quest’anno, in occasione del ROF, si parte con la serie dedicata a Rossini.

I punti vendita
Ittico via Cavour 5/7
Teatro Rossini piazza Lazzarini
Casa Rossini via Rossini 34
Musei Civici di Palazzo Mosca piazza Toschi Mosca 29

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>