Istituto comprensivo statale Pirandello: “L’Acqua della Rodari è buona!”

di 

7 agosto 2014

PESARO – Per un’informazione corretta relativamente a quanto emerso sugli organi di stampa in questi ultimi giorni l’Istituto Comprensivo Pirandello fa presente quanto segue:

Il nostro Istituto è da tempo impegnato in numerosi progetti di Educazione Ambientale. Il filo conduttore del nostro impegno ha come principale obiettivo quello di tradurre in buone pratiche il lavoro teorico che si svolge in classe. Questo per evitare che la pratica contraddica la teoria, prassi sicuramente diseducativa per i ragazzi. In quest’ottica si è inserito il progetto del consumo di acqua del rubinetto nei plessi Rodari e Pirandello eliminando le bottiglie di plastica le quali hanno in sé un costo ambientale elevato in termini di inquinamento per produzione della plastica e per il suo trasporto. Inoltre, l’utilizzo di acqua di rete è significativo in quanto gli alunni vengono educati al valore di “bene comune”, disponibile a tutti e a costi accessibili.

La scelta di utilizzare dei filtri è scaturita dalla consapevolezza che molte famiglie preferiscono non utilizzare l’acqua del rubinetto, questo avrebbe potuto provocare malcontento e, in questi casi, tali famiglie si sarebbero dovute accollare un doppio costo, quello della mensa (che incorpora anche la quota acqua) e quella dell’acqua minerale in bottiglia. Lo scopo dei filtri è anche quello di migliorare il sapore dell’acqua.

Sin dal primo giorno che è stato installato il filtro abbiamo seguito l’avvenuto svolgimento delle procedure di manutenzione e sanificazione che ci erano state indicate necessarie dalla ditta fornitrice, manutenzione pagata dall’istituto.

E così è stato fatto sino al 30 maggio 2014, giorno della chiusura della scuola per i motivi a tutti noti. Da quel giorno ovviamente l’erogatore non è più stato in funzione. Le analisi a cui si fa riferimento sono state effettuate dal 18 al 20 giugno… quindi 20 giorni dopo.

La documentazione agli Atti della scuola:

le azioni:

  1. sanificazione del circuito idraulico completo, con soluzione disinfettante
  2. manutenzione e/o sostituzione dei filtri
  3. controllo pulizia dell’apparecchiatura interna
  4. sostituzione della lampada UVC e controllo quarzo

le date dei controlli di quanto sopra:

25 ottobre 2011 – 10 marzo 2012 – 13 settembre 2012 – 18 febbraio 2013 – 16 settembre 2013 – 25 febbraio 2014

Inoltre Marche Multiservizi a sua volta ha eseguiti dei controlli analitici il 26/06/2012 e il 22/01/2014 dai quali risulta che i parametri analizzati sono conformi alle caratteristiche di qualità dell’acqua potabile (D.lgs. n. 31/2001).

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>