Un marchigiano su quattro è perennemente a dieta

di 

11 agosto 2014

Un marchigiano su quattro è perennamente a dieta. Lo informa l’Osservatorio Sociale sugli Orientamenti dei Marchigiani, che in uno studio di Sigma Consulting rivela come il 46% dei nostri corregionali, in prevalenza uomini, sta tentando di rimettersi in forma per le ferie d’agosto, anche se il 26% non si sente ancora pronto per la prova costume.

Pranzo e prima colazione i pasti ai quali non si rinuncia. La pancia è la parte del corpo che soddisfa di meno. Le donne si preoccupano soprattutto per cosce, fianchi e glutei, gli uomini anche per la calvizie. L’ultimo sondaggio di Sigma Consulting analizza il rapporto dei marchigiani con il proprio aspetto fisico nell’estate 2014.

I marchigiani e la forma fisica

I marchigiani e la forma fisica

 

 

 

Regime alimentare controllato. Questa la regola per un marchigiano su 4. Secondo i risultati dell’ultimo sondaggio, la quota di coloro che seguono costantemente una dieta alimentare è del 24%. Un ulteriore 17% afferma di farvi ricorso solo in particolari periodi dell’anno, mentre il 14% solamente in rare occasioni speciali come ad esempio matrimoni, lauree, appuntamenti di grande visibilità pubblica o quando la bilancia sorpassa il livello di guardia. Il 45% del campione interpellato, invece, non segue particolari accorgimenti alimentari.

I marchigiani e la forma fisica

I marchigiani e la forma fisica

 

 

 

Gli stili alimentari dei marchigiani. Prima colazione, pranzo e cena si confermano i pasti cardine della giornata: vengono consumati abitualmente da oltre 9 marchigiani su 10. La scelta dell’unico pasto al quale non è possibile rinunciare evidenzia però l’esistenza di due profili ben distinti: coloro che prediligono la colazione e coloro che non potrebbero fare a meno del pranzo. La colazione è risultato il pasto imprescindibile per donne, under 40, soggetti con titolo di studio medio-alto e, in generale, per tutti coloro che mostrano maggior sensibilità al tema della salute alimentare, mentre il pranzo non può mancare nella giornata di uomini, over 65 e di chi si avvicina al tema dell’alimentazione in modo più tradizionale.

In definitiva – spiegano da Sigma Consulting – il 26% del campione interpellato non si sente affatto pronto per la prova costume d’agosto (“per nulla” o “non del tutto”), mentre il 38% lo è solo “sufficientemente”. Il modo in cui uomini e donne vivono il rapporto con il proprio aspetto fisico è, poi, diverso; innazitutto sono più le donne a vivere con preoccupazione alcune parti del proprio corpo (il 68% contro il 55% degli uomini) e, inoltre, diverse sono le parti del corpo che preoccupano di più gli uni e gli altri. La pancia (61%) è l’assillo principale degli uomini, seguita

dalle spalle (18%) e dalla calvizie (17%); cosce (27%), fianchi (26%) e glutei (25%) sono le parti estetiche per cui le donne sono più sensibili. Da segnalare che il 39% degli interpellati (il 32% delle donne e il 45% degli uomini) dichiara di essere soddisfatto di tutte le parti del proprio corpo.

I marchigiani e la forma fisica

I marchigiani e la forma fisica

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>