A Casa Rossini c’è un “vero” Figaro che vi fa la barba

di 

12 agosto 2014

PESARO – “Questa barba benedetta la facciamo sì o no?”. Una frase, tratta da Il barbiere di Siviglia, atto II, scena I, libretto di Cesare Sterbini, che è stata presa in parola, tant’è che il Comune di Pesaro, precisamente l’Assessorato alla Bellezza e del sistema Museo, ha pensato a un’iniziativa interessante.

Radersi a casa Rossini. Nei giorni del Rof, un “vero” Figaro si aggira a casa Rossini vestito di tutto punto con gli strumenti del mestiere, aspettando clienti. Dal 13 al 20 agosto (escluso venerdì 15), dalle 10.30 alle 12.30, tutti potranno radersi o “sistemare il taglio” in un angolo preparato ad hoc all’interno della casa natale del compositore, sulle note del celebre barbiere di Siviglia in programma quest’anno. Sarà possibile prenotare il proprio appuntamento oppure arrivare direttamente in via Rossini, 34 e, se necessario, fare la fila seduti su un prezioso divanetto di inizio novecento. Ma non è solo “questione di barba”.

Moderni mecenati. In questo modo si contribuirà al restauro del patrimonio museale della città: i fondi raccolti a Casa Rossini durante la ‘settimana del barbiere’ rappresentano, infatti, il primo passo per sostenere il restauro di un’anfora in maiolica con il ritratto di Gioachino Rossini allestita per l’occasione nella casa museo. L’anfora, e qui sta l’elemento curioso, fu commissionata alla fabbrica Molaroni in occasione della prima edizione del trofeo riservato alle squadre di pallacanestro maschili di Marche, Umbria, Abruzzo, Lazio ed Emilia, che si svolse a Pesaro nel giugno 1941. Musica, maiolica e sport, tre eccellenze del nostro territorio, si uniscono dunque in questo pezzo proveniente dai depositi dei Musei Civici.

L’assessore alla Bellezza. “Una scelta non casuale – spiega Daniele Vimini – anzi perfetta, per lanciare un progetto istituzionale di raccolta fondi per la cultura che chiama in causa l’intera comunità – sono previsti diversi contributi di donazione -, destinati a finanziare nel corso degli anni il restauro dei manufatti delle collezioni civiche che hanno bisogno di essere recuperati. Perché se il patrimonio culturale appartiene a tutti, tutti possiamo essere mecenati”.

Per partecipare alla campagna di raccolta fondi per l’anfora di Rossini è possibile rivolgersi alla biglietteria di Casa Rossini; dal mese di settembre la raccolta sarà attiva anche su internet. L’iniziativa del barbiere a Casa Rossini nasce da un’idea di Giorgio Donini professore del liceo artistico F. Mengaroni ed è realizzata da Sistema Museo con la collaborazione della Profumeria CAP di Pesaro (Marco Balocchi) e del Museo delle Terre Marchigiane – collezione Straccini che ha fornito gli oggetti per l’allestimento.

La pagina fb ‘Pesaresi a caso’ – che da alcuni mesi raccoglie fotografie e parole per le vie della città – seguirà la parte social, intervistando e fotografando gli avventori del barbiere di Casa Rossini con e senza barba.

Info e prenotazioni allo 0721.387357.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>