In gir per Fan conquista tutti: un regalo alla città (e ai turisti) totalmente autofinanziato

di 

12 agosto 2014

FANO – Non si hanno ancora certezza sui numeri definitivi, ma certamente la quarta edizione di INGIRPERFAN e stata una grande successo, sia per le persone partecipanti alla passeggiata degustativa, sia per le presenza nelle nostre strutture culturali, sia per le presenze che in generale la città ha riscontrato anche fuori del percorso. Una vera manifestazione di incentivazione turistica che ha fatto il pieno non solo lungo il percorso ma in tutta la città

Ciò che è certo e che gli stand di degustazione sono stati letteralmente presi d’assalto, e questa volta fin dalle 19 quando a difficoltà si sono trattenute le persone presenti nella biglietteria che attendevano l’apertura dei punti di degustazione. Prodotti andati a ruba così come il vino che addirittura e’ tanto ricercato che in alcuni punti sembra non bastare. Le quantità comunque parlano chiaro: ben 850 i litri di vino distribuiti pari a circa mezzo litro di vino per ogni persona e 1.800 Kg di prodotti gastronomici tra cui 3 Dop, Tartufo d’Acqualagna e Polenta di San Costanzo (pari a 7 etti a persona).

Cio a cui si puntava in questo 2014 e che è piaciuto all’organizzazione e la presenza all’interno dei punti artistico-culturali. Santa Maria del suffragio, e Santa Maria nuova erano presidiate da Carlino Betini (priore confraternita) e Manuela Palmucci (Guida di Fano e dintorni) e sono state prese completamente d’assalto; la ex San Francesco ed il museo civico hanno fatto registrare numeri veramente eccezionali.
Per non parlare delle associazioni storiche: veramente stupendi gli spettacoli, gli accampamenti, gli allestimenti delle varie epoche storiche che hanno reso piacevoli anche le file, comunque scorrevoli, nei punti enogastronomici; si è passati dal periodo Cartaginese (Simmachia Ellenon) a quello Romano (Colonia Julia Fanestris), da quello Malatestiano (La Pandolfaccia) a quello della 2° Guerra (The Green Liners).

In fila per Fan...

In fila per Fan…

Alla fine lo spettacolo degli Spirito Divino e stato una grande attrazione che ha catalizzato l’attenzione della piazza fino dopo la mezzanotte sprigionando il Blues di Zucchero Sugar Fornaciari in una versione veramente piacevole di questa Tribute Band.

Il ringraziamento – scrive in una nota la proloco di Fano – va a tutte le associazioni che hanno partecipato: e veramente complicato allestire la città, dare un servizio a così tanti partecipanti per poi ripulire il tutto in appena 18 ore e per fare questo serve la passione e la giusta motivazione nel credere veramente ad un progetto utile per la città. La manifestazione conta sul supporto organizzativo del Comune di Fano che concede le strutture monumentali aperte, della Fondazione Carifano per il Chiostro di San Michele, e di Alberghi Consorziati e IAT per le prevendite, oltre al patrocinio di UNPLI, Confcommercio, Confesercenti e Oasi Confartigianato, comunque la Proloco tiene a sottolineare che la manifestazione è totalmente autofinanziata, un vero REGALO ALLA CITTA’ e non conta, al momento, su alcun contributo pubblico, se non sul supporto degli istituti di credito locali (BCC, CARIFANO e BANCA MARCHE), dei CONAD, e di altri Sponsor locali privati. Sempre più difficile trovare degli utili che derivano da tali manifestazioni che comunque come tutti gli anni si devolveranno in Beneficenza e per questo 2014 si stanno valutando progetti di OASI DELL’ACCOGLIENZA, ADAMO e AGFH.
.
Uno speciale ringraziamento va ai sostenitori veri della manifestazione, oltre le associazioni, coloro che hanno sposato la manifestazione donandole prodotti enogastronomici in modo completamente gratuito, ovvero la GELATERIA PINO BAR, LA PASTICCERIA LE TERRAZZE e LA PROLOCO DI ACQUALAGNA.

Gir per Fano, che successo....

Gir per Fano, che successo…

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>