Fano-Urbino, Porto è sconcertato da Gambini: “L’approccio del sindaco di Urbino rasenta l’indecenza”

di 

14 agosto 2014

PESARO – “Sulla ferrovia Fano-Urbino l’approccio usato dal neosindaco di Urbino rasenta l’indecenza. L’attacco personale che mi ha rivolto è proprio dei politici che credendo di parlare “in nome del popolo” non permettono la libertà di opinione. Il tema della ferrovia è serio e non si risolve con il solito “le proveremo tutte”, anche perché Gambini non è un politico di primo pelo e nella sua coalizione ci sono esponenti che hanno amministrato per tanti anni. Ora la sfida è quella di confrontarsi seriamente sui progetti e non serve la politichetta populista ad effetto. A settembre faremo un confronto nazionale sul tema. Vengano con una idea di progetto e non solo con il livore che fino a qui li ha condrattistinti”.

L'assessore Tarcisio Porto

L’assessore Tarcisio Porto

Durissimo Tarcisio Porto, assessore provinciale all’Ambiente, nei confronti del primo cittadino della città ducale Gambini, il quale si è espresso senza mezzi termini a favore del ripristino della tratta ferroviaria Fano-Urbino. Ma Porto risponde anche a Sinistra per Urbino Agorà: “Commettono lo stesso errore, ma in maniera ancora più grave. Si tratta di una formazione politica apparentemente di sinistra che però usa e pratica modalità di aggressione alle persone solite delle peggiori formazioni di destra estrema. Sul merito mi pare che vadano a vista con un mix di nostalgia radical chic e incapacità a calarsi in una realtà territoriale che non è quella dell’Orient express. L’uso smodato della figura di Paolo Volponi grida vendetta, visto che era conosciuto per capacità politica ma anche per pragmatismo, noto per le sue opere letterarie, poesie e descrizioni paesaggistiche… non per l’aria fritta! Non si riesce più a chiudere le buche ma invece qualche decina di milioni li troviamo sicuramente sull’unghia…”.

Chiosa dell’assessore: “Ora la situazione è – come dire? – calda abbastanza per lasciar passare altri 30 anni di ipotesi fantasiose seguite dal nulla, dal vuoto della demagogia alternato alla retorica novecentesca. A fine settembre inviterò tutti coloro che vogliono approcciare in modo progettuale ed oggettivo al tema per un confronto risolutivo. Allo stato attuale mi pare che la gazzarra urbinate non rispetti nessuna opinione concreta. Inoltre sia il sindaco che “Sinistra per Urbino” mi pare abbiano la vista corta. Fuori le mura, il resto dei Comuni la pensa in gran parte in modo diverso. Le diversità sono una forza, ma la confusione è pura debolezza. Urbino potrebbe avere un gran ruolo nella politica nazionale ma in questo modo si continua ad isolarla per logiche autoreferenziali”.

3 Commenti to “Fano-Urbino, Porto è sconcertato da Gambini: “L’approccio del sindaco di Urbino rasenta l’indecenza””

  1. Fraternali Francesco scrive:

    Veramente quelli isolati sono proprio la provincia e l’amministrazione di Fossombrone (nemmeno la cittadinanza), gli altri sono tutti pro ferrovia ma cosa vuoi tuonare Porto?!? Siete tu Ricci e Omicioli che pensate di parlare in “nome dei cittadini” ….pensate ma ad altre cose…. e nell’interesse non certo dei cittadini.

  2. michele scrive:

    Un contributo a Volponi: Porto non è degno neanche di nominarlo.

  3. michele scrive:

    Un contributo a Volponi: Porto non è degno neanche di nominarlo.
    http://youtu.be/6-vK62mH5Qo?list=UUftJeLjv_H4C1YoONJO5xMQ

    ps nel precedente commento ho sbagliato link

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>