La polizia ferma “Gli sbancati”: agenti nel film di Natale in dialetto fanese

di 

21 agosto 2014

FANO – L’arrivo delle macchine della questura, agenti che corrono, auto civetta che ripartono a sirene spiegate. Un’operazione di polizia in piena regola, ieri e martedì all’aeroporto e alla Sassonia.

“Cos’è successo?” si sono chiesti molti fanesi che hanno assistito casualmente a uno dei momenti clou del film in dialetto fanese “Gli Sbancati” che sono state girate martedì e mercoledì all’aeroporto e al ristorante Villa Marina di Sassonia.

Proprio in quest’ultima location, molti passanti e turisti, si sono trovati di fronte alla scena inaspettata e improvvisa dell’arrivo di due volanti della polizia di stato, oltre che diverse auto “civetta” con lampeggianti accesi, con a bordo agenti in divisa e numerosi attori in borghese.

“E’ stato davvero divertente – ha commentato il regista Henry Secchiaroli – vedere i visi stupiti dei fanesi mentre arrivavano le auto della polizia”.

La Questura di Pesaro e Urbino ha infatti preso parte al progetto cinematografico ideato dal regista fanese Henry Secchiaroli insieme all’associazione culturale He.Go Film e in collaborazione con la casa di produzione He.Motion. Durante la giornata di martedì mattina le riprese sono state effettuate all’aeroporto di Fano insieme agli attori delle compagnie dialettali fanesi e ai due agenti della polizia stradale in sella alle loro moto. Nella mattinata di mercoledì, all’esterno di Villa Marina, la macchina da presa ha immortalato l’arrivo “improvviso” di due volanti del commissariato di Fano davanti al ristorante. Nel pomeriggio la camera ha invece filmato una goduriosa abbuffata di spaghetti al pesce all’interno del locale.

“Ringrazio tutto il personale della Questura – ha detto Secchiaroli – per la disponibilità e la professionalità dimostrata durante la loro partecipazione alle riprese. Il loro è un prezioso contributo che spero contribuisca a rendere omaggio all’importante lavoro svolto da questi uomini nel nostro territorio”.

Le riprese proseguono oggi in uno dei luoghi storici della città: la parte antica del porto di Fano.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>