F1, nelle prove del Gp del Belgio ancora Mercedes… ma le Ferrari vanno bene

di 

23 agosto 2014

Dopo la pausa per ferie, “riapre” il Circus della F.1 e lo fa con uno dei G.P. più interessanti della stagione – quello del Belgio sul mitico circuito di Spa- Francorchamps – la pista situata nelle Ardenne è riconosciuta universalmente dai piloti come una delle più avvincenti,difficile e pericolosa, riassumendo un tracciato per pochi, alle cui difficoltà come pista si aggiungono spesso quelle del meteo, vista la posizione geografica. E anche oggi nelle qualifiche della 12° prova del mondiale, la pioggia è stata la “ scontata” protagonista al pari delle altrettanto “scontate” Mercedes, con Rosberg ancora una volta velocissimo, che precede il compagno Hamilton, il quale come spesso accade in questa stagione domina nelle fasi iniziali delle qualifiche, poi nel decisivo Q3, compie sempre qualche errore, nel tentativo di soffiare la pole al rivale di box.

Per il campionato degli “altri” grande prova di un ritrovato Vettel, che dopo aver rischiato di essere eliminato nel Q2, stimolato dalle difficili condizioni meteo, si è “ricordato” di aver vinto quattro mondiali, concludendo 3° con un giro finale al limite. A far compagnia alla Red Bull dell’asso tedesco in seconda fila c’è un sempre costante e convincente Fernando Alonso, lo spagnolo non ha nulla da dimostrare e ancora una volta “rende” performante una F14 T, che forse qualche segnale di miglioramento lo sta dimostrando, visto anche la buona qualifica di Raikkonen, ottavo, ma sempre fra i primi fin dalle libere di ieri. Parzialmente deludenti le Williams, spina nel fianco delle Mercedes nelle ultime gare, le “bianche” di Sir Frank conquistano il 6° posto con Bottas e il 9° con Massa, completano la top ten, Ricciardo 5° e le McLaren di Magnussen 7° e Button 10°.

Come abbiamo detto il meteo da sempre co-protagonista a Spa, pare lo sarà anche domani, per rendere con le sue” bizze” ancor più interessante lo spettacolo di una F.1,che in questo 2014, si è resa spettacolare solo in alcuni casi e spesso esterni alla pista. Comunque a Spa difficilmente si sono viste gare noiose, perché il Radillon, il rettifilo del Kemmel, la esse di Les Comb, il tratto di Blanchimont, la chicane “Bus Stop” e la Source sono le “star” di uno spettacolo di sicuro successo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>