Furto dal carrozziere e tentato colpo nel parcheggio del Pino Folk: arrestati 4 pregiudicati rumeni

di 

25 agosto 2014

FANO – Quattro pregiudicati rumeni sono stati arrestati dai militari della Stazione dei Carabinieri di Marotta nell’ambito di servizi coordinati con la Stazione Carabinieri di Mondolfo e l’aliquota radiomobile del NORM.
Poco passata la mezzanotte, le pattuglie della Stazione di Marotta e della Stazione di Mondolfo sono intervenute a Torrette di Fano dove, nel piazzale “Bella Riva” lato ferrovia, i quattro rumeni erano appoggiati su una Alfa Romeo 156 e guardavano verso il parcheggio della discoteca “Pino Folk”. Due di loro si dirigevano poi nel parcheggio della balera ed iniziavano a guardare all’interno delle autovetture in sosta.  Uno dei due saliva successivamente a bordo di un furgone posteggiato al fianco dell’autovettura Alfa Romeo. L’altro giovane attendeva ancora nascosto e poi probabilmente disturbato dall’uscita dalla discoteca di alcune persone desisteva e raggiungeva i complici.
Nel contempo si appurava che l’autovettura Alfa Romeo ed il furgone Renault Traffic erano intestati ad un soggetto nato in Romania il 19.10.1975, residente in provincia di Chieti, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio. Veniva immediatamente richiesto l’ausilio anche di una pattuglia dell’aliquota radiomobile. Mentre era in atto il servizio di osservazione giungeva una chiamata alla centrale operativa del titolare di una carrozzeria di Torrette che denunciava di aver notato poco prima due persone a bordo di un’Alfa Romeo e due su un furgone Renault, fuggire dopo aver rubato degli attrezzi dal capanno nonché tagliato l’allarme della carrozzeria. Scattava così il controllo ma all’alt intimato con la paletta i due veicoli venivano messi in moto e si davano alla fuga. L’inseguimento finiva poco dopo con il controllo e la resistenza all’arresto con tentativo di colluttazione.  I quattro pregiudicati venivano condotti nella caserma di Marotta dove sono stati riconosciuti dal carrozziere e  arrestati in attesa del rito direttissimo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>