Malore e morte durante la serata danzante, il Paese dei Balocchi decide di chiudere prima. Il presidente: “Un segnale di rispetto”

di 

25 agosto 2014

FANO – Il Paese dei Balocchi si conferma nel segno della solidarietà e del rispetto, nella buona come nella cattiva sorte. Quella di ieri è stata una chiusura inaspettata e imprevista, dato che gli oltre 100 volontari avevano preparato un finale con il botto, da lasciare stupiti tutti i presenti: un’esplosione di energia da parte dell’albero –la novità di quest’anno – che avrebbe dovuto liberare tutta la forza immagazzinata durante le 4 giornate e sprigionare gioia ed allegria, in una cornice di spettacolari fuochi d’artificio. Tutto questo però non si è tenuto dal momento che un evento imprevisto ha anticipato la chiusura della festa: uno dei presenti durante la serata danzante e poco prima del gran finale si è sentito male e si è accasciato a terra. Immediatamente è stato soccorso dai sanitari e da un’ambulanza sempre presenti alla manifestazione, che hanno tempestivamente provveduto a fornire le prime cure e trasportare l’uomo al Pronto Soccorso. L’uomo, Piergiorgio Falcioni, 75 anni, residente a Bellocchi, è spirato per un probabile attacco cardiaco.

Di fronte a questo evento tragico, gli organizzatori non si sono sentiti di proseguire con i festeggiamenti ed hanno dichiarato conclusa la manifestazione, dedicando però l’albero dell’energia all’affezionato frequentatore con i loro migliori auguri. “Abbiamo ritenuto giusto rispettare le persone coinvolte – ha spiegato il presidente del Paese dei Balocchi Michele Brocchini – Ciò che ci ha sempre contraddistinto nel tempo sono stati la solidarietà e l’attenzione verso ogni individuo e quindi abbiamo cercato di essere coerenti con questi principi, nei fatti e non solo a parole, nel pieno rispetto di un evento di fronte al quale non ci sembrava opportuno festeggiare”. La manifestazione ha così dato prova ancora una volta della sua grande sensibilità che ha animato ogni istante dell’XI edizione, sia quando è stato il momento di divertirsi, che quando è stata ora di fare un passo indietro.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>