“Quelli che il nuoto….”: il 13 settembre la giornata del nuoto pesarese

di 

25 agosto 2014

Filippo Magnini

Filippo Magnini

PESARO – Il nuoto pesarese ha rappresentato e rappresenta un fenomeno cittadino a diversi livelli: sportivo, sociale, storico, turistico, e altro; sicuramente è parte importante della storia, dello sviluppo, dell’immagine della nostra città. Pesaro, città di mare, è nota per aver “sfornato” una serie impressionante di nuotatori che hanno vinto titoli a livello nazionale e internazionale (alcuni esempi per tutti: Gianni Patrignani che fu il primo pesarese a partecipare ai Giochi Olimpici esattamente 90 anni fa, a Parigi nel 1924; Angelo Romani che dominò lo scenario nazionale conquistando titoli su titoli fino a detenere un record europeo; un prodotto del nostro vivaio, Carla Lasi, quinta ai Giochi olimpici di Los Angeles del 1984; più recentemente, un altro rappresentante della scuola natatoria pesarese, Filippo Magnini, campione mondiale per ben 2 volte (2005 e 2007) nella gara più prestigiosa, la “classica” del nuoto per eccellenza: i 100sl, unico italiano che sia riuscito a compiere questa impresa.

Ma il vivaio del nuoto pesarese non vive di ricordi, è sempre fiorente; negli ultimi 2-3 anni ha prodotto ancora nuovi talenti, come testimoniano i recenti lusinghieri risultati di alcuni atleti come Simone Ruffini e Aurora Ponselè, vincitori di medaglie e titoli a livello nazionale ed europeo.

In periodi e contesti diversi si sono alternati nelle piscine locali un numero significativo, per i numeri della città, di nuotatori appartenenti a realtà anche differenti ma sempre appassionati ed entusiasti, figli di una tradizione che si è riprodotta nel tempo; oltre alla storica Vis Sauro negli anni si sono aggiunte via via anche altre società che hanno lasciato un segno importante ed hanno contribuito alla crescita del nuoto a Pesaro, come la Tridente Nuoto e la Pesaro Nuoto, realtà quest’ultima che è stata a lungo riferimento tecnico per tutto il territorio marchigiano: gli atleti pesaresi si sono sempre distinti nelle competizioni di tutti i livelli e di tutte le discipline natatorie (oltre al nuoto, la pallanuoto ed il nuoto sincronizzato, e il gruppo Master che a cominciare dagli anni 80 ha costituito anch’esso una forza emergente nel panorama nazionale conquistando titoli e trofei)

Oltre a questo, Pesaro è sempre stata un riferimento autorevole e prestigioso nella storia del nuoto italiano anche per altri aspetti, quali la metodologia e la scienza dell’allenamento (i nomi del tecnico Osvaldo Berti e del medico Paolo Radovani costituiscono ancora un binomio mitico per gli storici del nuoto e gli addetti ai lavori) e l’organizzazione di manifestazioni importanti quali i Campionati Italiani Assoluti di Nuoto, i Campionati Italiani Master, il Meeting Città di Rossini, etc.

Con “Quelli che il nuoto…” vogliamo riaffermare il senso di appartenenza e l’orgoglio di essere stati, e di essere, partecipi di una realtà gloriosa per la città di Pesaro e per lo sport nazionale.: gli atleti, innanzi tutto, ma anche i tecnici, i dirigenti, gli operatori, tutti coloro che con il loro lavoro, il proprio talento, la propria passione e la propria dedizione hanno contribuito alla storia del nuoto pesarese.

La manifestazione non ha nulla di commemorativo, ma vuole semplicemente ricordare cosa è stato e cosa è il nuoto per la nostra città attraverso la testimonianza tangibile di chi questa realtà l’ha vissuta e l’ha fatta crescere, e riaffermare, attraverso un incontro tra i rappresentanti di diverse generazioni di nuotatori e di appassionati, una tradizione che continua e continuerà nel tempo. L’evento si svolgerà nell’impianto di Baiai Flaminia, in una cornice gradevole e stimolante, nella giornata del 13 settembre e si svilupperà attraverso numerose iniziative: uno staffettone (50 x n.x partecipanti) in cui ognuno nuoterà per 50m (a partire dalle 14.00 in poi, fino ad esaurimento dei partecipanti); una lotteria, in cui verrà messo in palio, oltre a premi vari anche materiale con un valore importante dal punto di vista sportivo; una mostra di foto e di ricordi delle varie epoche del nuoto pesarese; un aperitivo finale con cocomerata e sangria ed altro, in cui i vari partecipanti potranno ritrovarsi in maniera piacevole. Data l’importanza della giornata per la città, l’invito alla partecipazione è naturalmente esteso agli amministratori locali, alle autorità sportive, e potranno partecipare anche gruppi di sportivi di altre discipline, perché tutti noi crediamo in uno sport bello, pulito, che incida nella crescita personale e collettiva a tutti i livelli, e vogliamo condividere questi ideali con il maggior numero di persone.

Il Comitato Organizzatore

Per iscrizioni ed informazioni:

quellicheilnuoto@libero.it

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>