Festa Unità 2014: c’è anche il Judo Fazi Club

di 

27 agosto 2014

PESARO – Appuntamento per bambini e genitori alla “Palla” di Pomodoro in piazzale della Libertà, ogni sera alle otto, nel fine settimana dal 4 al 7 settembre, nei giorni finali della festa dell’Unità a Pesaro.
E’ l’invito aperto a tutti che lancia Guy Ruelle, Direttore Tecnico della Scuola: “abbiamo accolto volentieri la proposta degli Organizzatori, che ci hanno messo a disposizione uno spazio all’interno del cosiddetto Parco Bambini, in mezzo al verde, di fronte al mare. Noi saremo presenti per quattro giorni di seguito, pronti a rispondere a tutte le domande sull’arte del Judo, oltre che a fare provare a chiunque voglia l’emozione di “salire” sul tatami, la parola giapponese che indica il “campo di gioco” del nostro sport”.
Judo Fazi Pesaro_2014Un appuntamento che segna la ripresa ufficiale dei corsi per la stagione 2014/2015. “In realtà non ci siamo mai fermati – puntualizza Ruelle – perché anche durante l’estate l’attività è continuata con i ragazzi della squadra agonistica, ai quali abbiamo chiesto di venire comunque in palestra per non dimenticare del tutto quanto avevano imparato. Ma non c’è stato solo “lavoro”, visto che abbiamo trovato anche tempo e modo per un po’ di vacanza, ad esempio durante lo stage in Croazia, a luglio, dove siamo andati con ragazzi e genitori, alternando allenamento a livello internazionale e alcuni momenti di solo mare, con piena soddisfazione di tutti”.
Guy Ruelle, cintura nera 5.o Dan, laurea in medicina in una tasca e patentino da arbitro mondiale di Judo nell’altra, sta puntando molto, da un paio d’anni a questa parte, ad affiancare all’attività di palestra aperta a tutti anche la partecipazione alle gare su base totalmente volontaria: “noi proponiamo ad ogni nostro allievo di entrare nella squadra agonistica, ma senza alcun obbligo: gareggia solo chi se la sente, ha piacere di farlo, o vuole semplicemente provare”.
Una scelta che funziona, a giudicare dal numero degli iscritti, in continuo aumento, e dai risultati, sempre più soddisfacenti: “da noi possono venire i giovanissimi, quelli che frequentano la prima elementare, come gli adulti. Partecipiamo a tornei locali e/o nazionali con ragazzi e ragazze di tutte le età, al momento nelle categorie fino a 18 anni, cioè con gli atleti che si sono formati da quando ho deciso di affiancare l’agonismo ufficiale alla “semplice” pratica sportiva in palestra. Abbiamo creato un gruppo fisso di 5 tecnici, di cui uno dedicato espressamente a seguire le competizioni, mentre i genitori spesso ci accompagnano nelle trasferte: un aiuto prezioso, che permette di rafforzare lo spirito di squadra generale e ci aiuta anche, inutile nasconderlo, a contenere le spese di viaggio…”.
Infine, per i genitori che vogliono farsi coinvolgere ancora di più, ci sono a disposizione due fasce orarie in cui si insegnano alcune tecniche di difesa personale: un modo pratico per rimanere in forma ed essere pronti ad ogni evenienza…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>