Il successo de “Il Paese dei Balocchi”. Prossimo obiettivo collaborare col Comune per rilanciare la “Città dei bambini”

di 

4 settembre 2014

BELLOCCHI – Hanno dato tutta la loro energia per realizzare ancora una volta un grande evento. Gli oltre 100 volontari dell’associazione Il Paese dei Balocchi, a distanza di qualche giorno dalla chiusura dell’11esima edizione, tirano le somme della manifestazione, con un bilancio tutto in positivo.

“Al di là delle numerose presenze che ogni anno confermano il gradimento da parte del pubblico – afferma il presidente Michele Brocchini – è stata un’edizione di forti gratificazioni, con tanti apprezzamenti da parte di ospiti e partecipanti che ci hanno incoraggiato nel portare avanti le iniziative che rispecchiano i valori in cui crediamo”.

Tanti ed importanti i temi trattati nella festa: dall’utilizzo di Internet da parte dei giovani a fenomeni di bullismo, per cui si sono avute le testimonianze di Teresa Manes, sindaco di quest’anno, del giornalista Luca Pagliari e di Lella Mazzoli, direttore del dipartimento di Scienze della Comunicazione dell’Università di Urbino; e poi l’educazione attraverso il gioco, il rispetto delle risorse e delle diversità, l’attenzione all’alimentazione, la solidarietà. Sono state accolte con calore ed entusiasmo le due novità di quest’anno: l’albero dell’energia positiva, che ha attratto grandi e bambini con le sue luci ed i colori, e “Scambio lib(e)ro”, uno spazio in cui anche i libri hanno acquistato nuova vita.

Grande attrazione dell’ultima giornata è stata come sempre il Palio della Cicogna, riproposizione di un episodio storico realmente accaduto: il furto di un aereo da ricognizione inglese avvenuto a Bellocchi durante il dopoguerra. Le squadre si sono sfidate trainando le riproduzioni di aerei, in una gara esaltante e coinvolgente che ha visto trionfare per il quarto anno consecutivo la contrada di Borgo Mozzo. Riuscito a pieni voti anche “Adotta un progetto”, l’idea rivolta ad esercenti e aziende per dare la possibilità di sostenere alcune iniziative inserite all’interno de Il Paese dei Balocchi, coinvolgendo così tutta la città nella manifestazione.

“I nostri sforzi sono stati ampiamente ripagati – aggiunge Brocchini – dal momento che sempre più persone vedono nella manifestazione non solo uno spazio di giochi e divertimenti, ma ne riconoscono il valore educativo nella crescita dei bambini e soprattutto nella trasmissione di un forte amore per i talenti e per la vita. Inoltre quest’anno si è aggiunta una forte valenza turistica della festa, grazie alla collaborazione con l’associazione Albergatori e Tuqui tour, alla ricerca di quel target privilegiato per la città che è rappresentato dalle famiglie”.

Infine l’evento si inserisce a pieno titolo in quella Città dei Bambini di cui Fano può vantare grande tradizione e sulla quale punta l’amministrazione comunale per dare slancio all’intero tessuto sociale ed economico. “Il sindaco Seri ha più volte ribadito la sua intenzione di rilanciare la Città dei Bambini – conclude Brocchini – il Paese dei Balocchi non può che essere d’accordo con questa linea e fin da ora offre la sua disponibilità a collaborare per rivitalizzare la città, partendo dal coinvolgimento dei più piccoli ed arrivare così anche agli adulti”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>