Volley B1, clamoroso a Perugia: torna a giocare Mirka Francia, un mito della pallavolo mondiale: fu avversaria della Scavolini del primo scudetto

di 

4 settembre 2014

PESARO – La notizia è semplicemente clamorosa. La riportiamo come l’abbiamo appresa, stamattina, da Pianeta Volley, sempre molto attento alle vicende delle squadre umbre.

“A pochi giorni dall’inizio della preparazione atletica le squadre di pallavolo che avevano fatto meno clamore durante il mercato estivo vengono progressivamente allo scoperto. La notizia bomba di queste ultime ore – informa Pianeta Volley – riguarda la Gecom Security Perugia di serie B1 femminile che ha cominciato a far allenare la schiacciatrice Mirka Francia. La fuoriclasse cubana che aveva interrotto due stagioni fa la sua carriera di atleta di alto livello chiudendo una parentesi di quattro stagioni con la maglia di Istanbul ci ha dunque ripensato. Tante le offerte rifiutate in questo periodo ma la giocatrice naturalizzata italiana solo adesso ha deciso di tornare ad indossare le ginocchiere con l’intenzione di tornare in campo in quel Pala-Evangelisti che tanti trofei l’aveva vista vincere”.

Questa la pagina di Wikipedia dedicata a Mirka Francia:

La carriera di Mirka Francia inizia a Cuba, suo paese di origine. Proprio con la nazionale cubana riesce a farsi notare, vincendo praticamente tutto ciò che è possibile vincere. In questi anni riesce ad imporsi come una delle giocatrici più forti del mondo. Nella stagione 1998-99 decide di fare esperienza all’estero, così si reca in Italia per giocare nella Romanelli Volley di Firenze in serie A2. L’esperienza italiana si rivela entusiasmante, così Mirka viene acquistata dalla Pallavolo Sirio Perugia in serie A1, con cui vince la Coppa delle Coppe. Anche nel suo nuovo club riesce ad esprimersi ad alti livelli, ma nella stagione successiva, come molti altri colleghi connazionali, è costretta a tornare a Cuba. La sua volontà però era quella di ritornare in Italia, così lascia la nazionale cubana.

Dopo una stagione di inattività per maternità, torna a giocare nella Pallavolo Sirio Perugia, vincendo tre volte il Campionato italiano, altrettante volte la Coppa Italia, una edizione della Coppa di Lega, una della Supercoppa italiana, due edizioni della Coppa CEV e soprattutto due edizioni della Champions League.

Nella stagione 2008-09, in Turchia per giocare nell’Eczacıbaşı Spor Kulübü. Nella sua prima stagione con la nuova squadra vince la Coppa di Turchia, arriva in finale di campionato e disputa la final four della Champions League 2008-09, svoltasi proprio nella città della sua ex squadra, a Perugia. Nella stagione 2009-10 è finalista in Supercoppa turca, sconfitta in finale dal Fenerbahçe Spor Kulübü, mentre nella stagione successiva vince la sua seconda Coppa di Turchia. Nella stagione 2011-12 gioca il suo ultimo campionato, vincendo la Supercoppa turca, la Coppa di Turchia e lo scudetto.

 

E questi sono i titoli vinti: medaglia d’oro alle Olimpiadi di Atlanta 1996 e Sidney 2000; oro ai Mondiali in Brasile 1995 e in Giappone 1998; due ori,tre argenti e due bronzi nel World Grand Prix; due Coppe del Mondo; tre scudetti in Italia, uno in Turchia; tre Coppe Italia, una Coppa di Turchia; due Champions League; due Coppe Cev; una Coppa delle Coppe; una Supercoppa italiana; una Supercoppa turca. Tanta roba… e un’esperienza senza eguali, ma i 39 anni (anzi, quando la serie B1 di volley, girone C, disputerà la 15^ giornata e la Gecom Security Perugia sarà ospite del Proger V. Friend Roma, la giocatrice, che è nata il 14 febbraio 1975, spegnerà 40 candeline) potrebbero farsi sentire pure se Mirka è un fenomeno del volley mondiale.

Pensate che il 28 aprile 2008, quando la Scavolini espugnò il Pala-Evangelisti, vincendo 3-2 e aggiudicandosi il primo scudetto, Mirka Francia realizzò 27 punti, attaccando con il 42 per cento (25/59), 1 muro fatto, 8 subiti, 1 ace.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>