Gran Premio d’Italia, a Monza la Ferrari delude ancora. Doppietta Mercedes Hamilton-Rosberg

di 

7 settembre 2014

Ieri avevamo scritto che forse Monza poteva essere una gara “vivace” e che l’affidabilità della Ferrari poteva favorire un risultato accettabile visto la poca competitività della F14 T in questa stagione. Vince Hamilton che recupera sul compagno Rosberg secondo. Saldamente in testa il tedesco della Mercedes ha commesso un errore arrivando lungo alla staccata della variante dopo il rettilineo dei box, fin qui tutto regolare, l’errore ci sta, però a voler essere maligni dopo quanto è successo a Spa quindici giorni fa, se avete notato lo strano sorriso di Toto Wolf ,inquadrato dopo il dritto che ha permesso ad Hamilton di passare in testa, può indurre al sospetto che l’”errore” di Rosberg possa essere stato “obbligato”. Comunque al di là delle considerazioni da gossip dei box, la Mercedes tor na a dominare piazzando l’ennesimo uno-due.

Il podio di Monza

Il podio di Monza

Capitolo Ferrari, Alonso inizialmente mantiene la 7° posizione ottenuta in prova, poi dopo il primo pit-stop, lo spagnolo rientrato in dodicesima posizione, fatica non poco per entrare in zona punti, forse il segnale che qualcosa non va sulla sua F14 T, ed al 29° giro la Rossa numero 14 si ammutolisce, costringendo Fernando al primo stop della stagione. Raikkonen sempre in ombra conquista un modesto 9° posto, che completa una delle più deludenti prestazioni di sempre nel G.P. di “casa”. Tanto che Marchionne a fine gara ha tuonato- che nessuno è indispensabile- riferendosi chiaramente al Presidente Montezemolo, che aveva dichiarato di voler rimanere al timone del team, nonostante i rumors di rivoluzione che riguardano i suoi vari incarichi nel gruppo FCA, iniziati con la recente uscita “ forzata” dal C.D.A. della Fiat.

L’annunciata gara “vivace”, c’è stata per la terza piazza con Massa,applauditissimo sul podio, che riesce finalmente a sopravanzare il giovane compagno Bottas, che rimane comunque una delle più interessanti novità del campionato. L’altro giovane arrembante Ricciardo vincitore di tre gran premi, è stato il vero protagonista della gara, non ha lottato per vittoria, troppo lenta la Red Bull per il gran premio più veloce della stagione, il giovane australiano a suon di sorpassi da campione consumato, da antologia quello con doppia finta ai danni di Perez, ripetendosi poi annichilendo il blasonato compagno Vettel. Ricciardo si conferma il pilota del momento e molto probabilmente siamo al ricambio generazionale in Red Bull, con il passaggio sempre più probabile di Vettel alla McLaren-Honda 2015. Ora vedremo cosa succederà in Ferrari i prossimi giorni,di certo polemiche o cambi di direzione non aiuteranno la F14 T ad andare più forte.

 

Classifica Gran Premio di Monza

1° Hamilton-Mercedes

2° Rosberg-Mercedes

3° Massa-Williams-Mercedes

4° Bottas-Williams-Mercedes

5° Ricciardo-Red Bull-Renault

6° Vettel-Red Bull-Renault

7° Perez –Force India-Mercedes

8° Button-McLaren-Mercedes

9° Raikkonen-Ferrari

10° Magnussen- McLaren-Mercedes

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>