Arrigoni (FdI-An): “Caro sindaco, quando il marketing vale più dei cittadini”

di 

9 settembre 2014

Fabio Arrigoni*

Apprendiamo questa mattina dai giornali le parole del Sindaco Matteo Ricci: ” Non è importante il numero degli ombrelloni o dei bagnini di salvataggio. Abbiamo lanciato una strategia. Se c’è il sole bene, altrimenti ci avremo provato. Intanto ci siamo fatti uno spot gratis incredibile, perché se i media nazionali parlano di Pesaro nei giorni di ferragosto, a livello di marketing vale più di qualunque manifesto”. Di seguito poi “invita” gli operatori a non protestare con i media, ma a presentare le rimostranze solo a lui direttamente per non “vanificare” il lavoro della giunta.
Restiamo letteralmente allibiti: Ma stiamo scherzando??? Non sarebbe importante mettere in sicurezza le spiagge degli stabilimenti balneari che dovrebbero rimanere aperti e le spiagge libere che dovrebbero essere visitate da potenziali turisti? Abbiamo capito bene??? La sicurezza dei cittadini e degli eventuali bagnanti tanto invocati e invitati, non sarebbe importante per il Sig. Sindaco ??? Dunque sarebbe più importante il buon “marketing” autoreferenziale rispetto la sicurezza dei bagnanti e dei cittadini che usufruirebbero delle nostre spiagge? Perché parliamoci chiaro: Il marketing di cui parla il Sindaco Ricci, “usa” la città per promuovere solo sé stesso come un enorme infinito spot per la sua carriera politica. Quello che poi ci lascia oltremodo perplessi, è il fatto di aver deciso il provvedimento unilateralmente senza alcun confronto con gli operatori del settore se non successivamente, dopo averli messi davanti al fatto compiuto, oggi li esorta a “non protestare”, o per lo meno a non protestare con i media ma a presentare solo ed esclusivamente a lui le loro legittime istanze (come se li ascoltasse) proprio come nelle più rinomate democrazie bulgare. Dunque per l’ennesima volta vengono messi in evidenza ancora due temi fondamentali che dovrebbero far riflettere: La gestione della cosa pubblica usandola come “marketing” autoreferenziale e autopromozionale a scapito della sicurezza (in ogni sua forma) e delle necessità dei cittadini, e la forma con il quale si cerca di imbavagliare il dissenso con ogni mezzo.
Si ricordi il Sig. Sindaco, che il cittadino non è una merce, e soprattutto non andrebbe mai venduto a scopi politici. La buona politica è ben altra cosa.
*FdI-An Pesaro

Un commento to “Arrigoni (FdI-An): “Caro sindaco, quando il marketing vale più dei cittadini””

  1. […] post Arrigoni (FdI-An): “Caro sindaco, quando il marketing vale più dei cittadini” appeared first on […]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>