Aumentano i turisti (38 mila) che si rivolgono agli Uffici Informazione e Accoglienza della Provincia: + 5,8%

di 

10 settembre 2014

PESARO – Nei mesi di giugno, luglio e agosto sono stati 38.421 i turisti (di cui 9.366 stranieri) che si sono rivolti agli Uffici di Informazione e Accoglienza turistica (IAT) gestiti dalla Provincia di Pesaro e Urbino, ben 5,8% in più rispetto al 2013. Il dato, riferito ai singoli contatti ai front office (senza considerare i gruppi ed i contatti web), mette in luce il ruolo degli Iat di Pesaro, Fano, Torrette, Urbino e Gabicce Mare come punto di riferimento per quanti arrivano sul territorio per trascorrere la loro vacanza.

“L’aumento delle presenze allo sportello – commenta il responsabile dell’Ufficio provinciale del Turismo Ignazio Pucci, che coordina tutti gli Iat del territorio – conferma che, anche nell’epoca del web, il contatto diretto con gli operatori rimane fondamentale. I turisti vedono in loro una sorta di consulenti con i quali vogliono stabilire un rapporto umano per essere sicuri di fruire al meglio della vacanza. Le condizioni meteorologiche di questa estate hanno spinto numerose persone a cercare attività alternative alla spiaggia: visite ai musei, escursioni, itinerari, iniziative culturali etc. Ecco allora che i primi punti di riferimento sono stati proprio gli Iat”.

Ma vediamo alcuni dati: da giugno ad agosto, allo Iat di Pesaro si sono presentati 10.702 turisti, di cui 8.640 italiani e 2.064 stranieri (in prevalenza tedeschi, russi e inglesi); allo Iat di Urbino hanno chiesto informazioni 11.472 turisti, di cui 8.222 italiani e 3.250 stranieri (in prevalenza inglesi, tedeschi e francesi); allo Iat di Fano sono arrivati 6.345 turisti, di cui 4.580 italiani e 1.765 stranieri (soprattutto da Germania, Olanda e Inghilterra); allo Iat di Torrette si sono rivolti 1.831 turisti, 1.581 dei quali italiani e 250 stranieri (in prevalenza dalla Germania); allo Iat di Gabicce Mare si sono presentati 8.071 turisti , di cui 6.032 italiani e 2.039 stranieri (in particolare tedeschi, inglesi e russi).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>