Ladri di cani: rubati tre segugi del valore di 20.000 euro

di 

10 settembre 2014

PESARO – Non c’è più religione. Si arriva ad arraffare qualsiasi cosa… persino gli animali. Così è capitato che al signor Carlo, 74enne pensionato pesarese, siano stati rubati tre cani di razza: un segugio italiano di nome York, un segugio di nome Dick e un segugio italiano di nome Diana. Il valore dei tre animali ammonta a 20mila euro circa.

Gli animali, tutti dotati di microchip i cui numeri sono stati forniti ai carabinieri all’atto della denuncia, sono stati prelevati dall’appezzamento di terreno che il signor Carlo ha recintato, situato tra Borgo Santa Maria e Case Bruciate. “Il recinto è delimitato da una rete metallica elettrosaldata – ha raccontato ai militari dell’Arma – al quale vi si accede tramite un cancelletto assicurato con una chiusura a chiave. Il recinto dove custodisco i cani ha anche una copertura in lamiera. Eppure la mattina del 7 settembre, verso le 5, quando mi sono recato lì per portare i cani in addestramento, ho notato che qualcuno si era introdotto nel recinto rubando i tre cani da caccia. Hanno tagliato, forse con una smerigliatrice, parte della rete metallica elettrosaldata, nonostante avessi messo il cartello “Attenzione, corrente elettrica” per scoraggiare eventuali malfattori. Non era vero, ma per non sapere né leggere né scrivere, i ladri hanno staccato l’interruttore della corrente. Non ho idea di chi possa essere stato, però sicuramente sono state persone che conoscono il luogo”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>