Bonvini si gode la sua prima Vis: “Ragazzi straordinari”. Mecomonaco: “In campo solo la Civitanovese”

di 

14 settembre 2014

Mister Bonvini

Mister Bonvini

PESARO – “Complimenti a tutte e due le squadre, che hanno dato vita a una partita straordinaria. Ma soprattutto complimenti ai miei ragazzi. Hanno giocato con grande grinta e abnegazione contro un avversario fortissimo come la Civitanovese”.

E’ un Ferruccio Bonvini soddisfatto quello che si presenta in sala stampa del Benelli dopo il 2-2 odierno. Il tecnico carrarese che ha sostituito Possanzini è consapevole che c’è molto da lavorare, “soprattutto sul piano fisico visto che quattro o cinque miei giocatori hanno chiuso coi crampi”, però è contento per l’approccio mostrato dalla Vis oggi.

“Abbiamo commesso degli errori di gioventù – ha detto – su cui dobbiamo lavorare molto. A un certo punto speravo di vincerla ma forse era troppo. Aver visto ragazzi sorridenti a fine gara che si abbracciavano è la cosa più bella che potesse capitarmi. In cinque giorni ho avuto pochi strumenti a disposizione ma il pareggio mi conforta. Avevo detto ai ragazzi di fare una prestazione per divertire il pubblico e penso che ci siamo riusciti”.

Andrea De Iulis, l’mvp vissino: “Contento del risultato anche se speravo di fare bottino pieno. Il mio gol? Onestamente non lo ricordo… devo rivederlo in tv. Sono convinto che abbiamo dei margini di crescita che possono permetterci di fare un campionato importante. Ho finito portiere? Con oggi i ruoli li ho fatti proprio tutti”. Anche simpatico.

Antonio Mecomonaco, tecnico della Civitanovese, è di parere opposto: “Meritavamo di vincere, visto che abbiamo giocato quasi solo noi. Onore ai ragazzi della Vis che hanno lottato, ma queste sono partite da chiudere con due o tre gol di scarto. Il pareggio è frutto di nostri errori grossolani singoli. Ci prendiamo il punto e soprattutto le cose buone”.

Pintori è stato forse il giocatore rossoblù che ha meglio giocato, tenendo fede a un curriculum pallonaro che annovera stagioni su stagioni tra i professionisti. “Due punti persi ma anche uno guadagnato – ha detto – anche perché 99 volte su 100 queste partite stregate le perdi. I giovani della Vis? I pesaresi mi sono sembrati molto umili. Una squadra che rispetta l’avversario, che darà del filo da torcere a tanti soprattutto sul proprio campo. Giocare contro giovani affamati non è mai facile”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>