Il Consiglio dice sì alla spiaggia per i cani. Il sindaco: «C’è la volontà, lo strumento è l’aggiornamento del piano spiaggia»

di 

16 settembre 2014

PESARO – Si apre con le comunicazioni sulla sanità il consiglio comunale: «A giorni incontrerò l’assessore regionale Almerino Mezzolani, insieme al sindaco di Fano Massimo Seri. Credo sia utile discutere gli ordini del giorno sul tema dopo questo appuntamento», ha detto Matteo Ricci. «Non faremo un consiglio monotematico ma inseriremo un punto specifico sulla sanità. Al massimo nella seduta del 29 settembre. Altrimenti lunedì prossimo, se il confronto con la Regione avverrà prima».

Spiaggia per cani. «Sono favorevole a realizzare una spiaggia per cani. La volontà del Comune è avere anche a Pesaro uno spazio di questo tipo. Il punto è ragionare bene sul dove e sulle modalità». Così Matteo Ricci è intervenuto sulla mozione sul tema presentata dal M5s: «I pro e i contro di ogni zona – ha evidenziato – sono da valutare. C’è anche un dibattito sulla forma gestionale da approfondire perché i modelli sono tanti». Per il sindaco, lo strumento del confronto è il piano spiaggia: «Scade nel 2015, vogliamo aggiornarlo e partiremo prima possibile. In quel contesto va trovata la soluzione al problema». Il sindaco ha quindi proposto di stralciare i punti della mozione presentata dal M5s contenenti l’individuazione delle aree (Baia Flaminia o, in alternativa, la zona prospiciente il colle San Bartolo, zona Viale Varsavia): «Manteniamo la volontà. Poi, dentro il Piano Spiaggia, ognuno farà le sue proposte. La commissione sarà convocata a ottobre». Nel dibattito, il M5s, con D’Emidio, ha rimarcato: «Noi guardiamo alle spiagge pubbliche: non vogliamo che diventi uno spazio d’elite». Sulla stessa lunghezza d’onda Edda Bassi: «E’ importante arrivarci entro l’estate 2015. Vogliamo che sia un luogo di condivisione, accessibile a tutti». Mentre per Roberta Crescentini (Siamo Pesaro) «vanno incentivate nel frattempo, le libere iniziative degli operatori balneari favorevoli. Una visione che non contrasta con chi spinge per le spiagge libere». Alla fine, si trova la convergenza all’unanimità sulla formula che «impegna il Comune, nell’aggiornamento del piano spiaggia, a trovare la soluzione migliore». Con l’inciso che la previsione «dovrà avvenire con il coinvolgimento dei portatori d’interesse», da «fare e rendere operativa» entro il 2015.
Bilancio. Approvata la variazione al bilancio di previsione (voto contrario di M5s e centrodestra, ndr). «Le principali variazioni – ha osservato l’assessore Antonello Delle Noci – si riferiscono, tra l’altro, alla maggiore assegnazione, rispetto alla previsione di bilancio, sul fondo regionale per gli interventi socio-assistenziali (104mila euro, ndr), all’ulteriore contributo regionale destinato ai libri di testo gratuiti (più di 16mila euro, ndr) e al contributo destinato agli interventi di bonifica dei siti inquinati (più di 64mila euro, ndr). Minori assegnazioni, invece, per più di 95mila euro, sulle risorse regionali per i Comuni destinati ai servizi residenziali per minori in situazioni multiproblematiche, e minori stranieri non accompagnati».
Nel mezzo, c’è anche «l’assorbimento di un taglio che ha coinvolto anche il nostro Comune, in chiave spending review. Nel decreto, il fondo di solidarietà doveva essere defalcato di 729mila euro. Il taglio è stato poi ridotto a a 682mila euro, perché siamo tra i primi due Comuni nelle Marche come velocità di pagamento sui fornitori, e per l’acquisto di beni e servizi con i contratti Consip. Parallelamente siamo in attesa dello sblocco del patto per l’intervento sulle scuole, pari quasi a 700mila euro (il riferimento è alla Leopardi, ndr). Tutti i servizi hanno partecipato all’assorbimento». Voci critiche dall’opposizione, che contesta «il taglio di 25mila euro all’imprenditoria giovanile». Alessandro Bettini (Fi): «Stupisce che il sindaco, questa volta, non abbia protestato per i tagli come fatto per precedenti governi. Variazione di bilancio indegna. Non l’approviamo, perché è contro il programma: non possiamo dimenticare i nostri giovani che hanno difficoltà per partire con l’attività lavorativa. Le iniziative, in questo senso, possono essere molteplici». Ribatte Delle Noci: «Il Comune cristallizza e difende il 60 per cento del bilancio mobile per i servizi sociali educativi, per noi è una priorità. Su questo non arretriamo. Sostegno all’economia? Con la detassazione fatta possiamo aiutare tante imprese». Dario Andreolli (Ncd): «L’impegno sui giovani è stato forse accantonato già prima del taglio. Riflettiamo sulla qualità della spesa, guardiamo alla priorità degli obiettivi. La finalità della spending review è valutare il costo e la prestazione del servizio. Questa variazione di bilancio è figlia della precedente amministrazione e di logiche da superare. Invertiamo la rotta». Mentre per Cristina Amadori (Pd), «le variazioni sono ottime: toccano esigenze importanti, come contributi ai disabili, agli anziani. Il sostegno alle attività economiche? C’è stato lo sgravio delle imposte comunali. Ora rafforziamo il supporto ai settori deboli».
Convenzione. Approvato lo schema di convenzione tra i Comuni di Pesaro e Vallefoglia per la «gestione in forma associata delle funzioni dell’ufficio di segretria comunale» (voto contrario del M5s, ndr). Delle Noci: «E’ un atto importante che lega efficacia ed efficienza. C’è un risparmio diretto per i cittadini. La linea della gestione associata? Va perseguita, il nostro Comune può essere un sostegno per le realtà più piccole». Dubbi dal M5s. Silvia D’Emidio: «Il servizio rimarrà sempre efficiente? Va bene unire funzioni nei Comuni piccoli ma in quelli più importanti va fatta una riflessione». Per Francesca Fraternali (Pd), «è un passo avanti verso l’ efficacia abbinata al minore costo. Un percorso già iniziato, peraltro, con la polizia municipale».
In apertura, interpellanza di Dario Andreolli sul rifacimento di via Goito: «Da mesi il tratto tra gli incroci di via Nanterre e via Bonini è ridotto a una sola corsia, a causa della presenza di transenne e birilli. Una situazione che rallenta il traffico e rende pericoloso il transito di bici e motorini. Il rifacimento del tratto è urgente, considerata anche la riapertura delle scuole nei dintorni». Per l’assessore Andrea Biancani, «il progetto è pronto: costa 820mila euro, per metà il finanziamento arriva dal ministero tramite la Regione. L’intervento va fatto entro il prossimo anno, lo consideriamo una priorità».

Un commento to “Il Consiglio dice sì alla spiaggia per i cani. Il sindaco: «C’è la volontà, lo strumento è l’aggiornamento del piano spiaggia»”

  1. Andrea Biancani scrive:

    “Consideriamo l’intervento una priorità” e… verrà fatto entro l’anno prossimo?
    L’anno scolastico è già iniziato…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>