Consultinvest giovedì a Montecchio per continuare a preparare la stagione vincendo

di 

16 settembre 2014

PESARO – Dicono che a settembre i due punti non contino niente, che le amichevoli servono principalmente ad amalgamare il gruppo, a provare degli schemi che in allenamento sembrano tanto semplici, ma che in partita si sviluppano in modo differente e per far conoscere le regole europee agli americani appena arrivati nel Vecchio Continente, con le infrazioni di passi di partenza all’europea che sono difficili a digerire per chi è appena uscito dal college. Tutto vero, ma è innegabile che vincere ti lascia qualcosina in più nello spirito, anche se i tuoi avversari erano rimaneggiati ed indietro di condizione come è più di te e anche se le vittorie sono arrivate all’ultimo secondo tra alti e bassi all’interno dello stesso match, inevitabili in questo periodo della stagione.

Così è una Consultivest rinfrancata quella uscita dal torneo di Viadana, al termine di due partite equilibrate. I ragazzi di coach Dell’Agnello sono riusciti a battere prima Mantova e poi Roma, squadra sicuramente rimaneggiata, ma che al completo rimane una formazione da playoff, senza Nicholas Crow, fermo per un leggero problemino alla caviglia, la Vuelle è stata trascinata dal trio Williams-Ross-Myles, con Juvonte Reddic leggermente più indietro di condizione ma in crescita, mentre non sta convincendo pienamente il pivot Wally Judge, l’unico che non ha mostrato grandi progressi rispetto all’inizio della preparazione e che continua a caricarsi di falli troppo presto mettendo nei guai tutto il reparto lunghi. A corrente alternata il rendimento di Raspino e Musso, mentre Basile sta confermando i progressi mostrati in allenamento, anche se dovrà migliorare in fase offensiva se vorrà conquistare dei minuti sul parquet.

Da lunedì sono ricominciati gli allenamenti al Vecchio Palas di Viale dei Partigiani, ormai sede ufficiale della Victoria Libertas per tutto il prosieguo della stagione agonistica, con l’Adriatic Arena che si trasformerà nella casa della Consultinvest solamente il giorno della partita casalinga, con la buona notizia che il Comune di Pesaro, per venire incontro alla Vuelle, dovrebbe rinunciare alla riscossione dell’affitto dell’Astronave della Torraccia per tutta la stagione, con un risparmio per le casse biancorosse di circa 50.000 euro. Meglio di niente in questo periodo di vacche magre, anche se dal punto di vista tecnico si rischia di vanificare quel piccolo vantaggio proveniente dal giocare nello stesso impianto nel quale ci si allena durante la settimana.

CAMPAGNA ABBONAMENTI

Inutile nasconderlo, i 1.880 abbonamenti sottoscritti in questa prima fase non possono lasciare soddisfatto lo staff societario della Victoria Libertas, considerando soprattutto che in questo numero sono compresi anche i nuovi abbonati, ovvero tutti coloro che hanno usufruito della promozione “porta un amico” per ottenere uno sconto immediato del 10%. Arrivare a quota 3.500 non sembra realistico a questo punto perché, al di là di qualche decina di ritardatari, di qualche decina che ha deciso di cambiare il loro posto all’interno dell’Adriatic Arena o di qualche decina che magari sta aspettando i risultati di questa preseason per decidere se sottoscrivere o no l’abbonamento, non ci sarà la fila nei punti vendita autorizzati per abbonarsi alla Consultinvest e superare i 2.232 tesserati della scorsa stagione diventa il vero obiettivo in questo momento.

Quali iniziative si possono intraprendere allora per aumentare il numero degli abbonamenti? Sostanzialmente rimangono tre le strade da percorrere: la prima è trasformare gli oltre 800 abbonamenti omaggio dell’anno scorso in abbonamenti reali e redditizi, la seconda è coinvolgere il mondo scolastico, mandando magari i giocatori in giro per gli istituti della provincia, con l’obiettivo di far innamorare del basket la fascia dai 14 ai 18 anni per garantirsi nuovi tifosi anche per l’immediato futuro, la terza strada percorribile è una grande opera di persuasione verso gli oltre 700 vecchi abbonati che ancora non hanno rinnovato la loro tessera e capire i reali motivi che li hanno spinti a non fare il loro “dovere” di tifosi. Ci sarebbe anche una quarta opzione, quella di trovare abbonati completamente “vergini”, pescando tra coloro che si sono presentati finora all’Adriatic Arena solamente per le partite di cartello, ma forse non è il momento propizio per attirare persone nuove verso il basket, sia per il periodo economico che stiamo vivendo, sia per lo scarso appeal che una squadra costruita per salvarsi come questa Consultinvest potrebbe avere verso gli indecisi. In ogni caso lo zoccolo duro di quasi duemila persone che hanno già rinnovato il loro abbonamento rappresenta una discreta base sulla quale appoggiarsi, considerando che in giro per l’Italia, con qualche rara eccezione, non stanno appendendo fuori dai palazzetti il cartello “tutto esaurito”. Ricordiamo che, per tutti coloro che ancora non si sono abbonati alla Vuelle, ci sarà tempo fino al 16 ottobre, trenta giorni per provare ad abbattere più barriere possibili, anche se il traguardo dei 3500 sembra veramente lontano.

AMICHEVOLE DI GIOVEDI’ 18 SETTEMBRE A MONTECCHIO

Prima possibilità per i tifosi pesaresi di vedere con i loro occhi questa nuova Consultinvest, l’occasione gli viene data dall’amichevole di giovedì sera (inizio ore 20) al PalaDionigi di Montecchio contro il Basket Recanati, formazione che milita in Legadue Gold, allenata da Giancarlo Sacco e nelle cui file gioca il play Diego Terenzi, in prestito dalla Vuelle, anche se il regista titolare sarà Alessandro Zanelli, come guardia da starting five, spazio all’esperienza di Dimitri Lauwers, mentre la coppia americana è composta dall’ala piccola Sykes e dal centro William Mosley Jr, con capitan Pierini a completare il quintetto titolare. Dalla panchina, oltre a Terenzi, spazio al lungo Eliantonio, alla guardia di origini senegalesi Ousmane Gueye e ai giovani Gurini e Galmarini.

Consigliamo a chi volesse assistere al match di non procurarsi il biglietto all’ultimo minuto, data la capienza limitata (circa 1.000 posti) dell’impianto, ma di acquistarlo in prevendita presso la Ricevitoria Tomassoli di Viale Cialdini.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>