Avevano svaligiato una ditta di Borgo S. Maria e speronato l’auto del titolare: arrestato un rom bosniaco, è caccia al secondo

di 

16 settembre 2014

PESARO – I carabinieri hanno arrestato uno dei due rom di origine bosniaca, provenienti dal campo nomadi di Rimini, con l’accusa di rapina aggravata effettuata lo scorso 16 luglio in un capannone di Borgo Santa Maria. Il furto si era trasformato in rapina, dopo che i due erano stati sorpresi sul posto e, dopo aver svaligiato la ditta, avevano tentato la fuga, riuscita, speronando l’auto del titolare del capannone. Il proprietario aveva cercato di fermarli mettendo l’auto davanti a quella dei due rom. Ora è caccia al secondo rapinatore nei campi nomadi romagnoli e piemontesi

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>