Volley Pesaro in moto perpetuo. La co-presidente Rossi: “Progetto in crescita, ci sono tante novità”

di 

16 settembre 2014

PESARO – La grande macchina del Volley Pesaro è sempre più in movimento. Dopo l’avvio della B1 e delle giovanili, lunedì sono tornati in palestra anche i piccoli del mini volley. Tanti i nuovi aspiranti pallavolisti che hanno deciso di diventare parte del progetto Volley Pesaro. “I numeri che crescono non possono che farmi piacere – ha commentato il co-presidente Barbara Rossi – è indice che il nostro progetto è sempre più radicato nel territorio e che la pallavolo  è uno sport che piace sempre di più. Anche ai maschietti”.

Minivolley che passione: cresce la famiglia Volley Pesaro

Minivolley che passione: cresce la famiglia Volley Pesaro

Questa stagione nello staff allenatori del mini ci saranno due importanti novità…
“Sono molto contenta che le due schiacciatrici della B1, Valentina Bellucci e Francesca Babbi, abbiano dato la disponibilità per allenare i piccolini. C’è sempre più sinergia e unità tra prima squadra e settore giovanile”.

Oltre al mini, le novità hanno coinvolto tutta Volley Pesaro: nel mese estivo si è svolto un importante lavoro tecnico con alcuni gruppi under e a settembre c’è stato il primo workshop allenatori, con tanti tecnici nuovi rispetto alla scorsa stagione…
“Diciamo che amo il movimento, la staticità mi preoccupa. Quando c’è attivazione vuol dire che ci sono energie in fermento, e questo non può che essere positivo. Ovviamente tutto questo è possibile grazie alla disponibilità e alla passione degli allenatori. Per vivere una buona realtà societaria ci vogliono ‘allenatori illuminati’, che abbiano voglia di proporre e portare avanti delle idee. Senza il loro aiuto come società non avremmo potuto sostenere tutto questo, ma quando si fanno le cose con passione e si crede in un progetto, tutto è possibile.”

Progetto che ha come punta di diamante la B1. Che impressioni ha avuto dopo questo primo mese di allenamenti?
“Ancora posso dire di averle viste poco all’opera. Ci stiamo conoscendo, ma è stato chiaro sin dall’inizio che abbiamo a che fare con giocatrici con la G maiuscola”.

La coesistenza di grandi e piccole funziona?
“Finora quello che mi ha colpita è lo spirito di sacrificio e la voglia di lavorare che ho visto in tutte, dalle più grandi alle più piccole. E devo dire che le giocatrici più grandi stando dando un ottimo esempio, e tanti consigli, alle nostre piccole, che rispetto alla scorsa stagione stanno dimostrando di tenere sempre di più il livello”.

Con un età media più alta rispetto alle scorse stagioni, è cambiato il modo di impostare l’allenamento di Bertini?
“Abbiamo giocatrici già costruite, e questo si vede anche nel modo di gestire la palla nelle situazioni difficili. Ci sono pochi errori e azioni quasi infinite. Ma si continua lo stesso a lavorare sulla tecnica, anche perché sono le ragazze per prime a chiederlo e a volersi migliorare”.

Venerdì ci sarà a Todi la prima amichevole. Che squadre si aspetta di vedere?
“La partita di venerdì non sarà un chiaro indice del livello della squadra. Siamo ancora in preparazione, anche se ci servirà per continuare il processo di crescita insieme”.

Volley Pesaro: immagine di un'amichevole tra le squadre di C e D

Volley Pesaro: immagine di un’amichevole tra le squadre di C e D

Sabato inizia anche la  Coppa Marche per la C e D.
“Esordirà la serie C di Gambelli (per la D turno di riposo) un gruppo giovane con ottime potenzialità. Per questo l’obiettivo sarà fare un campionato di alta classifica. Stesso discorso vale per la serie D, che ha in organico giocatrici più esperte che dovranno guidare le giovani”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>