Volley Pesaro verso la prima amichevole, Matteo Bertini soddisfatto del lavoro della ragazze: “Non m’aspettavo una qualità così alta da subito”

di 

17 settembre 2014

Matteo Bertini con alcune ragazze del Volley Pesaro

Matteo Bertini con alcune ragazze del Volley Pesaro

PESARO – Metti una sera al PalaSnoopy, a seguire con curiosità il primo allenamento settimanale del Volley Pesaro, gli evidenti progressi del gruppo allenato da Matteo Bertini, atteso venerdì sera dalla prima partita della stagione 2014/15, l’amichevole a Todi.

“Era l’obiettivo di questo primo mese di lavoro. Abbiamo preferito attendere prima di giocare, evitando di scendere in campo troppo presto. Prima volevamo conoscerci in palestra e presentarci pronti all’amichevole di venerdì, senza lasciare nulla al caso, soprattutto per quanto riguarda il nostro gioco, le diverse situazioni di gioco…”.

Si lavora duro, ma si sorride tanto. Da fuori, il clima sembra molto positivo.
“Sì, il clima è piacevole e ciò significa che si lavora bene, tanto che – sinceramente – non m’aspettavo una qualità così alta da subito. E’ la conferma che abbiamo operato bene, portando a Pesaro giocatrici brave, ma anche ragazze in gamba, perfette per il tipo di squadra che contavamo di allestire”

Con l’arrivo della giovane Gaia Concetti, la squadra è al completo, anche se – lunedì sera –  Isabella Di Iulio, anzi la sua caviglia infortunata martedì scorso, era ancora l’osservata speciale.
“Non vogliamo forzare i tempi  – spiega Bertini – perché siamo ancora lontani dall’avvio del campionato  e pensiamo soprattutto di consentire a Isabella di recuperare nel migliore dei modi, senza alcun problema che possa trascinarsi nel vivo della stagione. Lei gioca la prima alzata e poi esce dal campo perché non si sente a suo agio negli spostamenti laterali e nei salti, ma, pur risparmiandola al massimo, lavora con le compagne, e credo che per il suo recupero completo sia questione di giorni. In ogni caso non forzeremo per averla in campo venerdì sera a Todi, ma se ci fosse sarebbe molto positivo”.

La società umbra, come le sue corregionali, si è mossa molto sul mercato e, come lo scorso anno, non nasconde le ambizioni. Sarà un’amichevole che vi consentirà di  capire il livello di una probabile avversaria?
“Abbiamo programmato le amichevoli con l’intento di affrontare squadre forti. Todi è una di queste, ma la sfida in campionato è lontana e sia noi sia loro abbiamo pochi allenamenti nelle gambe. Insomma, pur non scoprendo le carte, sarà un test importante, perché credo che il livello di preparazione sia più o meno lo stesso. Ovvio però che entrambe le squadre sono imballate perché i carichi di lavoro sono elevati”.

Cosa chiede all’amichevole?
“Di farci capire dove possiamo migliorare e cosa fare per rimanere ad alto livello”.

Rimaniamo in Umbria: lei conosce bene Mirka Francia, una campionessa che ha poche eguali nella storia della pallavolo mondiale. Come considera il suo ingaggio da parte della Gecom Security Perugia?
“Conosco Mirka e so che quando lei fa una scelta la porta avanti con serietà, con professionalità. Sarà un’avversaria in più, molto stimolante per noi e per tutte le altre squadre, perché se ha deciso di tornare a giocare lo farà al massimo delle possibilità”. Non  a caso, ci risulta che quando le è stato proposto di allenarsi solo due volte alla settimana, Mirka abbia risposto: quattro allenamenti e sedute di pesi la mattina. Un esempio straordinario da una signora, e che signora!, del volley, che ha vinto tutto quel che era possibile vincere, con la nazionale cubana e con le squadre di club. Per molti tifosi pesaresi rivederla all’opera, ancora una volta da avversaria, sarà come tornare indietro nel tempo, agli anni d’oro della Robur campione d’Italia.

A proposito di tifosi, stasera, dalle ore 20 alla Casa del Popolo di Villa Fastiggi, è in programma la cena organizzata dai Balusch, che cucinano il pesce per dirigenti, staff tecnico e medico e atlete del Volley Pesaro. Dall’isola di San Pietro, tanti auguri per una splendida serata.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>